Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Dentro Camilla, il primo supermercato autogestito d'Italia | VIDEO

Fino al 22 dicembre la settimana di prova; poi a inizio 2019 l'apertura ufficiale dell'emporio di via Casciarolo

 

Un’economia alternativa a quella della grande distribuzione, dove i clienti del supermercato sono i proprietari e i gestori. E scelgono quali prodotti acquistare. È Camilla, il primo emporio italiano autogestito che, a oggi, conta già 400 soci.

Tutti i prodotti di Camilla arrivano da fornitori selezionati in base alla sostenibilità delle produzioni: etica e rispetto del lavoro, qualità e costi contenuti in base alla giusta renumerazione di chi lavora.

In sintesi, come scrivono i fondatori, Camilla sostiene l’agricoltura contadina come alternativa a quella industriale perché rispetta gli equilibri naturali. 

La cooperativa, nata dalle esperienze di Campi Aperti e Alchemilla, dalle quali prende il nome, è autogestita. Tradotto significa che tutti i soci, a turno, dedicano una quota del loro tempo alla gestione dell’emporio di comunità.

"Per essere cliente devi essere socio - ci spiega Roberto- altrimenti diventeremmo anche noi un supermercato come tutti gli altri. Al di là dei prodotti, quello che fa di Camilla un posto speciale è il fatto di essere una comunità". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento