Neve, fermo mezzi pesanti: si contano i danni

Manutenzione, pulizia del manto stradale, salatura 'Permetterebbero alle imprese di autotrasporto di svolgere il loro lavoro e di non perdere tempo e denaro, fermi di fronte ai caselli chiusi'

"Prefetture ed Enti gestori della rete autostradale e stradale si dimostrano ancora una volta impreparati nel garantire il diritto alla circolazione penalizzando l’operatività del sistema logistico con importanti ripercussioni sull’economia del Paese". La dura considerazione arriva dal portavoce regionale trasporto merci del CNA Daniele Battistini: "Il blocco cautelativo dei veicoli pesanti attuato dalle prefetture in questi giorni non giustifica la paradossale situazione che ha coinvolto tutto il sistema produttivo nazionale. È intollerabile che in Italia non si riesca a garantire la libera circolazione delle merci e delle persone a fronte di presunte nevicate.

Per CNA, le soluzioni per garantire la circolazione ci sono e vanno applicate: la manutenzione preventiva, la pulizia costante della neve dal manto stradale, la salatura, la verifica delle dotazioni degli autocarri permetterebbero alle imprese di autotrasporto di svolgere il loro lavoro e di non perdere tempo e denaro, fermi di fronte ai caselli chiusi: "CNA Fita, che rappresenta gli autotrasportatori CNA - aggiunge Battistini - si domanda se la chiusura delle autostrade sia l’unica soluzione adottabile anche alla luce di una non emergenza. Le nostre imprese sono attrezzate per il maltempo, con oneri economici di non poco conto, che di fronte al blocco indiscriminato assolutamente inutile dimostrano, come per l’ennesima volta, chi vuole rispettare le regole è sempre sfavorito. I camion, gli autisti e le merci ferme costano… non solo agli autotrasportatori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’altra sola certezza: "Il primo gennaio di ogni anno, inesorabilmente, arrivano gli incrementi dei pedaggi. Alle associazioni degli autotrasportatori professionali non è riconosciuta alcuna voce in capitolo ma, al contrario, gli imprenditori vengono trattati come coloro che si devono adeguare, passivamente e silenziosamente, anche nel caso di un blocco neve" conclude Battistini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento