Operazione anti-camorra, in manette direttore di banca e sigilli a 700 milioni

Le Fiamme Gialle stanno eseguendo 16 misure cautelari. Nel mirino della Finanza personaggi legati ai clan partenopei

La Guardia di Finanza di Bologna, con l’ausilio dello S.C.I.C.O. di Roma e del Comando Provinciale di Napoli, sta dando esecuzione a numerose misure cautelari personali, disposte dal gip di Napoli su richiesta della Dda partenopea. 

Nel mirino degli inquirenti ci sarebbero appartenenti ad un gruppo criminale legato a diversi clan camorristici operante in diverse regioni italiane – quali Lazio, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Lombardia nonché particolarmente Emilia Romagna. 

Il gruppo avrebbe base prevalente in Campania ed attivo in diversi settori illeciti, primi fra tutti quello degli investimenti immobiliari e quello delle truffe alle assicurazioni. Contemporaneamente si sta eseguendo il sequestro preventivo di un ingente patrimonio del valore complessivo di 700 milioni di euro.

AGGIORNAMENTO. Anche il direttore di un noto istituto di credito bolognese sarebbe tra i destinatari dei mandati di arresto. In tutto le misure cautelari eseguite sarebbero 16.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo: allagamenti e smottamenti, fiumi esondati e oltre 300 persone evacuate

  • Maltempo: massimi livelli di allerta a Budrio, Castel Maggiore e Malalbergo, salvata coppia

  • I Mercatini di Natale a Bologna: il calendario 2019

  • Maltempo Bologna, emesso il nuovo bollettino meteo: è ancora allerta, piogge fino a notte

  • In Piazza Maggiore migliaia di Sardine vs Lega | FOTO e VIDEO

  • Dipendenti infedeli colpiscono Hera, furto da mezzo milione di euro sulle bollette

Torna su
BolognaToday è in caricamento