Buono Slide, lo sfortunato cane coi 'calzini': "Mi dicono che sono matto, ma l'ho adotatto"

Gli avevano dato una prospettiva di vita bassissima, eppure ce l'ha fatta: grazie a Pietro adesso ha una casa e tante nuove belle abitudini da condividere con il suo padroncino

Buono Slide e Pietro

Gli avevano dato poco tempo da vivere solo qualche anno fa, eppure Buono Slide è ancora qui, con quei suoi coloratissimi calzini alle zampe che gli servono per non scivolare. Adesso lui e Pietro sono una cosa sola: dopo essersi incontrati, Bravo Slide come "ospite" e Pietro come volontario al canile e un lungo periodo di conoscenza reciproca, sono inseparabili, nonostante tutto. 

Lilia Casali, presidente Animal Liberation ricorda quando nel 2015 Buono Slide era arrivato al canile di Trebbo, all'epoca gestito dalla sua associazione: «Cinque anni fa a fronte del suo camminare in modo scordinato e della sua difficoltà a reggersi in piedi lo avevamo fatto visitare: ci avevano diagnosticato una degenerazione del cervelletto e una prospettiva di vita bassissima, forse pochi mesi. Non ci siamo arresi e, anche se a fatica viste le scarse risorse economiche, lo abbiamo sottoposto anche a trattamenti chiropratici. Ora possiamo raccontare questa bellissima storia di generosità».

E il protagonista di questa storia, oltre al peloso Buono Slide, è Pietro: 38 anni, mai avuto un cane prima (solo "qualche tartarughina") ma da sempre appassionato di animali ha iniziato a fare il volontario adesso è il padroncino di questo cagnolone, la cui gestione non è certo semplice: «Ci siamo conquistati a vicenda, lui diffidente e io timoroso. Poi ho deciso di adottarlo nonostante tutto: non volevo che tornasse in una gabbia neppure per un minuto. La quotidianità con lui non è semplicissima ma stiamo raggiungendo un equilibrio, anzi anche qualche compromesso: viste le sue difficoltà e visto il mio piano di scale per esempio, facciamo metà e metà: un po' in braccio e un po' sulle sue zampe». 

Adottare un animale non sano, quale il messaggio e come è cambiata la tua vita? «Tutti mi dicevano che sono un matto, ma la gioia di vederlo sereno qui con me era troppa. Dal 18 novembre insomma, qualcosa è cambiato in meglio per me e per lui. Non scoraggiatevi, è solo un po' più difficile ma anche gli animali con difficoltà sono dei compagni meravigliosi». 

WhatsApp Image 2018-12-06 at 19.51.19-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Orfeo Orlando, un attore bolognese a Cannes: 'Tanta apprensione, poi gli applausi'

  • Cronaca

    20enne morta all'ex-Staveco, controlli serrati dopo la tragedia: 6 nei guai

  • Cronaca

    In casa oltre 10 chili di droga: scovati 'ingrossi' in centro e in via Zanardi

  • Europa

    Elezioni Europee, il candidato Michele Facci: "L'Italia fin'ora ha solo subito l'UE"

I più letti della settimana

  • Incidente a Pianoro, frontale Lamborghini-Minicooper: Futa bloccata

  • Ragazza travolta dal bus: è grave in ospedale

  • Il Giro d'Italia torna nel bolognese: le modifiche alla viabilità

  • Incidente in porta Sant'Isaia: donna travolta e ferita dal bus, rischia una gamba

  • Incidente a Castenaso: bambino investito sulle strisce in via Nasica

  • Lutto a Castenaso, è morto Patrick: Bologna si mobilitò per lui

Torna su
BolognaToday è in caricamento