Cantierone Ugo Bassi/Rizzoli, con il via ai lavori compaiono gli 'umarell': "Noi controlliamo"

Attenti, mani dietro la schiena e tanti consigli da dispensare: sono gli "umarell" bolognesi e monitoreranno il cantierone fino a fine lavori

Umarells

Quando si apre un cantiere compaiono anche loro. Figuriamoci se il cantiere in questione è il "più grande dal Dopoguerra" come continuano a dirsi, quello che sta 'congelando' via Rizzoli e via Ugo Bassi: ed ecco, puntualissimi, gli "umarell" bolognesi. Mani dietro la schiena, competenze urbanistiche, conoscenza perfetta dei materiali edili e delle tecniche di pavimentazione, di idraulica e anche di architettura. 

Sono gli umarell, definiti anche "anziani urbani" e alcuni di loro, come ci fanno sapere, nonostante abitino in zone periferiche di Bologna, hanno preso un bus e sono arrivati in centro giusto in tempo per dare un'occhiata al cantiere che per 10 mesi occuperà le due arterie della città: persino il sindaco Virginio Merola, alla conferenza stampa di presentazione del Cantiere BOBO, li aveva citati con ironia come 'osservatori' da temere.

VIDEO: LAVORI IN CORSO SU VIA RIZZOLI, 'ATTENZIONE ALLE MULTE'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipitato ad Argelato: morto in ospedale il giovane pilota

  • Precipita con l'aereo, morto a 23 anni: chi era la vittima

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Via de Carolis: esalazioni sulle scale, palazzina evacuata e dieci intossicati

Torna su
BolognaToday è in caricamento