Cantierone Ugo Bassi/Rizzoli, con il via ai lavori compaiono gli 'umarell': "Noi controlliamo"

Attenti, mani dietro la schiena e tanti consigli da dispensare: sono gli "umarell" bolognesi e monitoreranno il cantierone fino a fine lavori

Umarells

Quando si apre un cantiere compaiono anche loro. Figuriamoci se il cantiere in questione è il "più grande dal Dopoguerra" come continuano a dirsi, quello che sta 'congelando' via Rizzoli e via Ugo Bassi: ed ecco, puntualissimi, gli "umarell" bolognesi. Mani dietro la schiena, competenze urbanistiche, conoscenza perfetta dei materiali edili e delle tecniche di pavimentazione, di idraulica e anche di architettura. 

Sono gli umarell, definiti anche "anziani urbani" e alcuni di loro, come ci fanno sapere, nonostante abitino in zone periferiche di Bologna, hanno preso un bus e sono arrivati in centro giusto in tempo per dare un'occhiata al cantiere che per 10 mesi occuperà le due arterie della città: persino il sindaco Virginio Merola, alla conferenza stampa di presentazione del Cantiere BOBO, li aveva citati con ironia come 'osservatori' da temere.

VIDEO: LAVORI IN CORSO SU VIA RIZZOLI, 'ATTENZIONE ALLE MULTE'

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: supermercati chiusi la domenica

  • A1 Bologna-Firenze: chiuso tratto "Panoramica" tra Aglio e Roncobilaccio

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus, aggiornamento Emilia-Romagna: 6.705 positivi (+737), 8 morti nel bolognese

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, l'aggiornamento: rallentano i contagi. Bologna piange altri 4 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento