Cantieri in città, strisce pedonali rialzate e limite dei 30 km/h

D'ora in poi saranno obbligatori

Quando si interviene su un marciapiede o una pista ciclabile, d'ora in poi sarà obbligatorio fare strisce pedonali rialzate e istituire il limite dei 30 chilometri orari: il Consiglio comunale, con un ordine del giorno presentato dall'ex assessore Andrea Colombo e approvato oggi insieme al Piano dei lavori pubblici 2018-2020, sindaco e Giunta darrno mandato agli uffici di Palazzo D'Accursio di "prevedere d'ora in avanti come standard ordinari", ogni volta che si progettano interventi sulle strade cittadine, prima di tutto "il rialzo sistematico degli attraversamenti pedonali o ciclabili agli incroci" nelle vie non primarie sulle quali si interviene, "con contestuale istituzione del limite di 30 chilometri orari".

Va prevista anche la "realizzazione sistematica dei golfi, ossia degli allargamenti dei marciapiedi in corrispondenza degli incroci". Alla proposta, approvata dalla maggioranza insieme a Coalizione civica, vota contro il centrodestra. "Non ci sentiamo di approvare questa indicazione tout court- afferma Francesco Sassone di Forza Italia- va valutata strada per strada". Stesse osservazioni anche dai 5 stelle, che invece si astengono. "L'idea è condivisibile ma molti aspetti vanno valutati- afferma Marco Piazza- anche i golfi non convincono in tutte le situazioni". (dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Esce di strada, l'auto finisce nel canale: c'è un morto

  • Ozzano, maxi rissa davanti a locale: spunta un coltello, 2 feriti

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento