Dozza, detenuto finge malore e aggredisce poliziotto

Ha chiesto di essere portato in infermeria e quando l'agente ha aperto la cella, gli ha sferrato un pugno in faccia, per poi continuare a infierire. Sappe: 'Immediati provvedimenti non tollerabili continue aggressioni dai delinquenti'

Nuova aggressione per un agente di polizia penitenziaria. E' successo questa mattina al carcere della Dozza, a Bologna, dove un detenuto, fingendo un malore, ha chiesto di essere portato in infermeria. Quando il poliziotto in servizio ha aperto cella, il carcerato gli ha sferrato un pugno in faccia, per poi continuare a infierire con colpi in tutto il corpo.

A denunciare l'episodio violento è il Sappe - sindacato degli agenti: "Chiediamo che vengano assunti immediati e duri provvedimenti contro l'aggressore - commenta il segretario generale aggiunto del Sappe, Giovanni Battista Durante - perché non è tollerabile che gli agenti debbano subire anche le aggressioni di delinquenti come quello che oggi ha aggredito il nostro collega".

TANTA VIOLENZA TRA LE SBARRE. Nel corso del 2011, ricorda il Sappe, "in Italia ci sono stati 734 ferimenti, dei quali 405 posti in essere da detenuti stranieri, 3455 colluttazioni, 1907 di stranieri, 5693 atti di autolesionismo, di cui 3499 posti in essere da detenuti stranieri, 1003 tentati suicidi, 471 di stranieri, 63 suicidi, 27 di stranieri, 102 decessi per cause naturali, 12 di stranieri". In Emilia-Romagna "ci sono stati 556 atti di autolesionismo, 75 tentati suicidi, 6 suicidi, 7 decessi per cause naturali, 49 ferimenti, 238 colluttazioni, 21 atti di danneggiamento a beni dell'amministrazione". A Bologna, in particolare, 34 atti di autolesionismo, 14 tentati suicidi, due suicidi e due decessi per cause naturali. Nei giorni scorsi - sottolinea Durante - "é terminato lo sfollamento in Emilia-Romagna di circa 350 detenuti, a seguito del terremoto, ma da Bologna ne sono stati allontanati circa 80, davvero pochi per l'alta percentuale di sovraffollamento esistente nella struttura, dove ci sono ancora oltre 1000 detenuti, per una capienza di circa 450 posti".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Esce di casa e non torna, trovato di notte nel fiume

  • Medicina: si ubriaca, picchia tutti e danneggia il bar

Torna su
BolognaToday è in caricamento