Feriti 9 agenti alla Dozza: aggressore ancora fuori controllo, evacuato il reparto

"Ha continuato a danneggiare i beni dell'Amministrazione e a rendere inutilizzabile la camera ove è allocato lanciando qualsiasi cosa contro il personale in servizio"

"Abbiamo appreso che durante la giornata odierna, il detenuto che nella giornata di domenica si è reso responsabile dell'aggressione ai danni di ben 9 agenti , tra i quali di due ispettori della polizia penitenziaria, ha continuato a danneggiare i beni dell'Amministrazione e a rendere inutilizzabile la camera ove è allocato lanciando qualsiasi 
cosa nella sua disponibilità contro il personale in servizio, tale situazione ha costretto la Direzione a evacuare il Reparto presso cui è allocato attualmente il facinoroso perchè a causa sua il personale non riesce ad accedere e quindi a controllare il resto dei detenuti allocati nelle altre camere".

Lo scrive in una nota CGIL FP che sottolinea come "la situazione venutasi a creare presso il Reparto della Casa Circondariale di Bologna sia fuori controllo quanto imprevedibile".

Ieri infatti due agenti con un trauma cranico e altri sette curati al Pronto Soccorso. Protagonista dell'aggressione un detenuto, ricoverato nel reparto infermeria, che ha aggredito un agente alle spalle, all'uscita del locale delle docce. Sono poi sopraggiunti altri poliziotti e nel parapiglia anche un altro poliziotto è stato ferito alla testa.

9 agenti aggrediti: "Tanti detenuti psichiatrici e poliziotti sotto organico"

"Crediamo anche che sia doveroso un immediato intervento da parte del DAP (Dipartimento Amministrazione Penitenziaria - ndr) al fine di ripristinare una situazione di normalità all'interno dell'Istituto, anche attraverso l'utilizzo di 
personale specializzato e/o strumenti idonei a contenere il detenuto in questione, in modo da evitare possibilmente che altro personale debba ricorrere alle cure del Pronto Soccorso, come accaduto purtroppo il giorno precedente" continua CGIL Fp "occorre purtroppo evidenziare che, oltre ai nove agenti rimasti contusi il giorno precedente, risulta che 
lo stesso detenuto  ne  avesse già feriti altri 4 in precedenti episodi, per cui si ritiene che la situazione non possa più essere presa sottogamba alla luce degli ulteriori accadimenti della giornata odierna". 

In altre parole "spostare il detenuto in un altro istituto, significa spostare il problema, è necessario invece creare delle sezioni apposite e intervenire su degrado e sovraffollamento - riferisce un agente a Bologna Today - con la chiusura degli OPG (Ospedali Psichiatrici Giudiziari - ndr), queste persone, che hanno già un disagio personale, lo aggravano in carcere". 

Potrebbe interessarti

  • Eclissi di luna: cosa vedremo e come fotografarla

  • Nuove tariffe bus Tper: il biglietto passa a 1 euro e 50, il citypass aumenta di 2 euro

  • Downburst: un fenomeno pericoloso e sempre più frequente

  • Casa: 6 modi per riutilizzare i fondi di caffè

I più letti della settimana

  • Eclissi di luna: cosa vedremo e come fotografarla

  • Sciopero nazionale trasporti 24 e 26 luglio: stop bus, treni e aerei

  • Morta a 29 anni dopo incidente a Londra, raccolta fondi per la famiglia

  • Incendio alla Coop di Sasso Marconi: appiccato il fuoco in quattro punti diversi

  • Allerta meteo, arriva incursione fredda: rischio temporali e grandine

  • Incidente fatale: scontro tra auto, morto un 20enne

Torna su
BolognaToday è in caricamento