Carrefour: contro gli esuberi, protesta a sorpresa dei lavoratori

Fermo senza preavviso dei dipendenti di Bologna del gruppo Carrefour che hanno aderito alle contestazioni promosse a livello nazionale

Protesta a sorpresa dei dipendenti di Bologna del gruppo Carrefour che hanno aderito alle contestazioni promosse a livello nazionale dopo "l'improvviso e inaspettato annuncio dell'azienda che intende procedere in tempi strettissimi alla chiusura di due strutture della divisione Ipermercati, in Piemonte e probabilmente di una terza sita in Campania".

I sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucus-Uil rendono noto che tale "riassetto organizzativo" porterebbe a 500 esuberi in tutta Italia". Lavoratrici e i Lavoratori, dicono i tre sindacati, "sono stanchi, stanchissimi di continuare ad essere chiamati a continui sacrifici. Negli ultimi tempi sono state abbassate le maggiorazioni per il lavoro festivo, i turni lavorativi distribuiti sulle intere 24 ore della giornata e per tutti i giorni dell'anno... ma non si accontentano mai?".

Ieri si sono tenute le assemblee con il personale ed è stata decisa "l'immediata attivazione di iniziative di protesta a sorpresa, senza alcun preavviso. Potranno essere brevi o lunghe sospensioni dal lavoro, decise di volta in volta con un unico obiettivo, la massima efficacia con il minimo sforzo per lavoratrici e lavoratori che già stanno pagando lo scotto di un contratto che, essendo il gruppo Carrefour affiliato a Federdistribuzione, non hanno ancora visto il rinnovo contrattuale e hanno retribuzioni ferme da oltre tre anni". (dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento