Carte di credito intercettate e violate, il denaro sparito: sei casi sospetti, arrestato un 37enne

Sono in corso indagini per risalire a una banda: i malcapitati aspettavano le nuove tessere a casa. Il Pin estorto con una telefonata truffaldina

I carabinieri lo hanno arrestato mentre era allo sportello, intento a fare un prelievo, con sei tessere bancomat non sue e contanti. E' allarme truffa per una sospetta banda di malviventi, che avrebbe puntato le carte di credito e i bancomat in spedizione postale in questo periodo per il rinnovo ai titolari correntisti. I militari, coordinati dalla Procura della Repubblica stanno cercando di risalire alla rete che ha fornito a un 37enne, cittadino italiano, i codici Pin e le tessere in prossima consegna ai legittimi destinatari.

L'uomoè stato fermato l'altro giorno al bancomat di via Firenze, intento a prelevare. Insospettiti dai precedenti e dal fatto che con sé l'uomo avesse altre cinque carte non sue, gli uomini dell'Arma hanno fatto alcuni accertamenti. Messo alle strette, il 37enne affermava di aver acquistato il bancomat al “mercato nero”. Con sè l'uomo aveva anche quasi 4mila euro in contanti e un foglietto di carta con gli indirizzi di altri istituti di credito di Bologna e una serie di numeri corrispondenti ai codici PIN.

Si è scoperto così che la titolare della carta, una 54enne di Baricella, aveva ricevuto giorni addietro una telefonata. All'altro capo della cornetta una donna, che spacciandosi per un’impiegata di banca, le aveva chiesto di digitare sul telefonino il codice PIN del vecchio bancomat, per confermarlo su quello nuovo che le sarebbe stato spedito a casa.

Per modalità da chiarire, gli investigatori dell’Arma hanno scoperto che il nuovo bancomat spedito alla 54enne era stato intercettato dai malviventi durante la spedizione postale e utilizzato dal 37enne per ritirare oltre 500 euro di banconote. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, l’uomo è stato arrestato, in attesa dell’udienza di convalida prevista in data odierna presso le aule giudiziarie del Tribunale di Bologna. Le accuse sono di indebito utilizzo di carte di credito e ricettazione.

Potrebbe interessarti

  • Forno a microonde: fa veramente male alla salute?

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli

  • Segreti e benefici del Tai Chi Chuan

  • Obesità infantile: come aiutare i vostri figli a mangiare meglio

I più letti della settimana

  • Incidente in A1, un morto: traffico bloccato la domenica del rientro

  • Incidente in A14 tra Forlì e Cesena, muore ragazzo di San Lazzaro di Savena

  • West Nile, zanzare positive a San Giovanni in Persiceto

  • Incidente mortale sulla A14: chi era la giovane vittima

  • Concorso Mibac, bando per 1052 vigilanti: requisiti e materie d'esame

  • Incidente sulla A14: scontro tra auto due morti e tre feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento