Famiglie con minori e under 35: tornano i contributi per l'affitto

"Una misura necessaria in una città come Bologna"

Sostenere il pagamento dell’affitto di chi ha meno di 35 anni e alle famiglie con minori. La giunta Merola ha approvato una delibera proposta dall’assessore alla Casa Virginia Gieri che definisce le modalità del contributo per l’anno 2019.

Il contributo è pari ad un massimo di tre mensilità del canone di locazione, per un importo comunque non superiore a 2.000 euro per nucleo familiare. L'assegnazione del contributo avverrà fino ad esaurimento dei fondi disponibili, messi interamente a disposizione dal Comune di Bologna, pari a un milione e cinquecento mila euro. 

“In questo modo vogliamo sostenere le famiglie giovani che risiedono nel nostro territorio coerentemente agli indirizzi che il sindaco ci ha fornito per il prossimo bilancio – spiega l’assessore Gieri – il contributo per l’affitto è una misura necessaria in una città come Bologna. Mentre siamo impegnati per aumentare la disponibilità di alloggi pubblici in affitto attraverso il piano 1000 case siamo anche al fianco di chi è titolare di un contratto di locazione nel mercato privato”.

“Le politiche abitative hanno bisogno di una pluralità di strumenti differenziati e il fondo sociale per l’affitto è uno di questi, sicuramente uno dei più importanti”. Alessandro Alberani, Presidente di Acer Bologna plaude alla decisione del Comune di Bologna di stanziare risorse consistenti per finanziare il nuovo bando per il contributo affitto. “Un altro segnale concreto di attenzione al tema abitativo da parte del Sindaco Merola e dell’amministrazione comunale, dopo il progetto mille case per Bologna, e che permetterà di aiutare famiglie che non sono in grado di sostenere canoni di locazione da libero mercato” ha detto il Presidente. 

Chi ne ha diritto

Tutti i cittadini residenti nel Comune di Bologna e titolari di un contratto di locazione per un immobile a uso abitativo, che abbiano un reddito ISEE compreso tra 6.000 e 17.154 euro.

Quest’anno c'è una novità: la graduatoria sarà determinata dalla combinazione di tre fattori perché, oltre all’incidenza del canone di locazione rispetto all’ISEE, verranno attribuiti punti di premialità ai giovani under 35 che si sono resi autonomi dal punto di vista abitativo e alle famiglie con minori a carico.

Le domande

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente online con credenziali FedERA ad alta affidabilità o SPID dalle ore 9 di martedì 5 novembre 2019 alle ore 12 di mercoledì 18 dicembre 2019, accedendo alla pagina: https://servizi.comune.bologna.it/bologna/contributoaffitto2019

Da quest’anno l’Amministrazione Comunale, per facilitare la compilazione e l’invio delle domande, mette a disposizione un sistema telematico in buona parte precompilato, in cui gli utenti vedranno già pre-caricate tutte le informazioni anagrafiche e reddituali utili alla domanda.

Nel periodo di apertura del bando, quindi dal 5 novembre al 18 dicembre, sarà possibile chiedere informazioni e assistenza telefonando al numero 051-2195500 o scrivendo una mail all’indirizzo contributoaffitto@comune.bologna.it

Per accedere al bando è importante che i cittadini siano in possesso di una valida attestazione ISEE e di credenziali FedERA ad alta affidabilità (se richieste prima del 24 luglio 2019) o SPID. Per richiedere le nuove credenziali SPID occorre seguire le indicazioni presenti sul sito dell’Amministrazione, al seguente indirizzo: https://servizi.comune.bologna.it/registrati
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Scomparso nella notte, ritrovato morto in un campo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Whoopi Goldberg a Bologna: da Hollywood alle osterie del centro

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

Torna su
BolognaToday è in caricamento