Disagio abitativo: comitati e cittadini in Comune, come partecipare

Fino al 9 settembre è possibile candidarsi a parlare all'istruttoria pubblica

Fino al 9 settembre è possibile candidarsi a parlare all'istruttoria in Comune sulle problematiche legate alla questione abitativa. La presidenza del Consiglio comunale infatti da luglio ha pubblicato l'avviso di convocazione dell'Istruttoria pubblica sul disagio abitativo, richiesta con una raccolta firme da 2.235 cittadini che ora attendono la prima seduta in programma il 20 settembre, dalle 15 alle 19.

Possono partecipare associazioni, comitati e gruppi di cittadini "portatori di interesse a carattere non individuale". La richiesta di partecipazione, che deve essere formalizzata entro e non oltre il 9 settembre, si può fare utilizzando il modulo predisposto online che dovrà essere poi inviato o per via telematica (Pec) o per via cartacea al Protocollo generale del Comune. L'obiettivo principale dell'istruttoria, ricorda l'amministrazione, "è promuovere, attraverso un dibattito pubblico l'elaborazione di proposte innovative per arricchire la redazione del nuovo Piano urbanistico generale, contribuire alla formazione del Bilancio di previsione, anche in relazione alla regolamentazione degli affitti turistici e partecipare alla stesura di un piano complessivo dell'abitare". In base al numero degli iscritti, una seconda seduta sarà convocata il giorno dopo, sabato 21 settembre, dalle 9 alle 19.

Modulo domanda Disagio Abitativo

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus : l'Università di Bologna sospende lezioni, esami e lauree

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, 7 nuovi casi: "Tutti riconducibili al focolaio lombardo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento