Maxi riqualificazione a San Lazzaro: "Trasformeremo così la Casa della Salute"

Imponente l'investimento: la nuova struttura servirà tutto il Distretto e Bologna Est

La Casa della Salute di via Repubblica a San lazzaro sarà completamente riqualificata: un maxi progetto da oltre tre milioni di euro, fortemente voluto dell’amministrazione comunale, presentato questa mattina in Mediateca. Uniti per la realizzazione della nuova opera il Comune, Azienda Usl e Comune di Bologna, che puntano anche alla riqualificazione energetica dell’intero edificio, nell’ottica di una riduzione dei consumi. Un luogo dove avranno spazio nuovi ambulatori e saranno presenti  numerose specializzazioni, una palestra e spazi dedicati a mamme e bambini, per cercare di far fronte a tutte le esigenze della comunità.

IL PROGETTO

“Questo progetto parte dalla volontà di rendere la Casa della Salute di San Lazzaro un vero punto di riferimento per la salute e la prevenzione di tutto il distretto – spiega il sindaco Isabella Conti - Luoghi come questi sono fondamentali, soprattutto in una società che invecchia molto rapidamente. Solo a San Lazzaro gli over-75 sono il 13% della popolazione, con un tasso di anzianità del 211%.  E’ quindi fondamentale implementare i servizi socio-sanitari, a partire dalla nostra casa della salute, mantenendone posizione centrale e accessibile a tutti i cittadini. E’ dovere delle istituzioni sostenere progetti come questo. Un investimento da 3,4 milioni di euro che si svilupperà in due fasi: la prima riguarderà la riqualificazione energetica dell’edificio, per la quale il Comune può accedere a incentivi e finanziamenti statali e regionali per l’efficientamento energetico. La seconda parte, che prevede l’ampliamento della struttura e la creazione di un nuovo corpo laterale, ovviamente senza consumo di suolo, sarà finanziato grazie alla vendita delle azioni Hera del Comune di San Lazzaro”.

 “La Casa della Salute di San Lazzaro è un esempio interessante, sia per quanto riguarda l’investimento del Comune, sia per la sua finalità, che è quella di fare promozione della salute a 360 gradi – aggiunge Giuliano Barigazzi, assessore alla Salute del Comune di Bologna e presidente della Conferenza Socio Sanitaria -. Questo progetto dà l’opportunità di costruire un comunità scientifica e medica in grado di affrontare il tema della longevità e dell’invecchiamento attivo, che deve essere il punto di partenza fondamentale per ripensare il nostro sistema di Welfare. Per questo la nuova struttura sarà un punto di riferimento non solo per la salute, ma anche a livello socio-assistenziale”.

Nuovi ambulatori

Previsti nuovi spazi per gli ambulatori,  dove saranno introdotti reumatologia, gastroenterologia e psichiatria. L’ampliamento e la riorganizzazione degli spazi, renderà possibile anche lo sviluppo di attività innovative di prevenzione, come l’approccio multi-disciplinare e integrato per la gestione delle patologie croniche, come il diabete, il Parkinson e le demenze senili. “Questo progetto si inserisce in un più ampio disegno di riorganizzazione delle case della salute a livello metropolitano – conferma Chiara Gibertoni, direttore generale dell’Ausl di Bologna -. Accanto all’ampliamento fisico degli spazi, sarà l’occasione per rafforzare e accrescere la relazione continua tra medici, specialisti e servizi ospedalieri, in modo da garantire continuità e integrazione nella presa in carico dei pazienti. Grazie alla ristrutturazione e all’ampliamento della struttura in via Repubblica, sarà dunque possibile garantire un’offerta più completa. Ad esempio, nell’area materno infantile sorgerà uno spazio multifunzionale destinato a corsi per mamme in attesa, attività per i bambini e anche uno Spazio Coccole per l’allattamento e il cambio dei pannolini. Accanto all’area pediatrica sono stati individuati spazi per accogliere anche la neuropsichiatria e la logopedia. L’area destinata alla diagnostica radiologica e mammografica sarà completamente rinnovata, e grazie anche all’arrivo di due nuovi mammografi di ultima generazione contiamo di rendere la Casa della Salute di San Lazzaro un centro oncologico d’eccellenza per tutta l’area del Distretto e di Bologna Est”.

L'ampliamento

La nuova Casa della Salute di San Lazzaro di Savena integrerà l’offerta della struttura già esistente con un ampliamento di circa 1.000 metri quadri. L’intervento comprenderà anche la riqualificazione energetica dell’attuale fabbricato. Il nuovo corpo sarà progettato e costruito secondo gli standard più moderni in tema di sicurezza, confort e in linea con le ultime linee guida emanate dalla Regione Emila-Romagna in materia di Case della Salute. L'ampliamento degli spazi destinati agli ambulatori consentirà di aumentare sia la varietà dell'offerta della specialistica ambulatoriale (ad oggi 14 specialità presenti), introducendo ad esempio la reumatologia, la gastroenterologia e la psichiatria che sviluppare l’offerta delle specialità già presenti. Saranno quindi sviluppate le attività di prevenzione, presa in carico integrata multi-professionale e multi disciplinare per la gestione delle patologie croniche (diabete, esiti di infarto del miocardio, esiti da ictus e da emorragia cerebrale, bronchite cronica, enfisema, cirrosi epatica, neoplasie, Parkinson, Alzheimer, demenze). Nell'area materno infantile è previsto un ampio spazio multifunzionale destinato alle attività di Corsi per le Mamme in attesa e attività ludiche per i bambini in carico alla pediatria di comunità. Sarà presente uno Spazio Mamma per consentire l'allattamento e il cambio dei piccoli in un ambiente riservato, durante le attese per accedere ai servizi. Adiacente all’area materno-infantile e pediatrica, sono stati individuati spazi per accogliere la neuropsichiatria e la logopedia, saranno inoltre disponibili ambulatori di pedodonzia per la presa in carico precoce delle malformazioni odontoiatriche. Nella nuova Casa della Salute sarà disponibile anche un'area fisiatrica con ambulatorio specialistico e una palestra per la fisioterapia adulti. Adiacenti: l’area prelievi e terapia iniettiva, l’ambulatorio per la cronicità e la geriatria territoriale. L’area destinata alla Diagnostica Radiologica e Mammografica sarà completamente rinnovata ampliando anche gli spazi attesa. Nella nuova struttura il primo piano è progettato per essere disponibile per la Medicina Generale. Sempre nella nuova struttura ci sarà un'ampia sala Polivalente: uno spazio destinato ad attività di relazione, formative ed informative, rivolte alla comunità dei cittadini, realizzabili dai professionisti della comunità professionale ma anche dalle Associazioni di volontariato e dalle realtà sociali attive sul territorio. 

I lavori dovrebbero terminare entro il 2020.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendio a Baricella: a fuoco appartamento, signora soccorsa dai Vigili del fuoco

  • Green

    Secondo sciopero per il clima: corteo degli studenti in centro

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla A1: scontro tra cinque auto, traffico bloccato

  • Cronaca

    Rapina al discount di Sasso Marconi: malviventi puntano la pistola

I più letti della settimana

  • Ragazza travolta dal bus: è grave in ospedale

  • Il Giro d'Italia torna nel bolognese: le modifiche alla viabilità

  • Incidente a Castenaso: bambino investito sulle strisce in via Nasica

  • Incidente in porta Sant'Isaia: donna travolta e ferita dal bus, rischia una gamba

  • Centro blindato per il comizio di Forza Nuova: scontri in via Archigìnnasio

  • Maltempo, pioggia su Bologna: strade chiuse e allagamenti, traffico in tilt

Torna su
BolognaToday è in caricamento