Nodo ferro-stradale di Casalecchio: cantieri al via in primavera

Collegamento svincolo Meridiana e tratto di Nuova Porrettana, oltre all'interramento della ferrovia

Le opere preliminari per la realizzazione del nodo ferro-stradale di Casalecchio di Reno partiranno in primavera. L'opera vede la compartecipazione di ANAS, Società Autostrade per l'Italia e RFI. L'opera si compone di due stralci, i cui tracciati corrono assieme, uno stradale (la cosiddetta Nuova Porrettana) e uno ferroviario. Lo rende noto la Città Metropolitana.

Costi

Gli elementi principali del progetto sono stati presentati nel Consiglio comunale di Casalecchio di Reno di venerdì 1 febbraio: 155 milioni e 600 mila euro l’importo complessivo dei lavori stradali per lo stralcio nord (che inizia in corrispondenza dell’attuale raccordo autostradale di Casalecchio e finisce in corrispondenza dello svincolo Faianello); tre anni la durata degli interventi per la parte stradale i cui primi cantieri per le opere preliminari (cantierizzazione, bonifica ordigni bellici, ecc.) vedranno la luce già nella prima metà 2019, mentre nella seconda comincerà il cantiere vero e proprio.

RFI si è impegnata a concludere tutte le procedure tecnico-amministrative per partire con l’interramento della ferrovia – con un investimento previsto di circa 110 milioni di euro – una volta che verrà completato lo stralcio stradale e con un programma di lavori della durata di due anni, eseguiti senza interrompere il servizio, grazie alla collaborazione tra ANAS ed RFI che consentirà a quest’ultima di spostare provvisoriamente il binario attuale sopra la nuova galleria stradale per permettere la realizzazione della galleria RFI. Qui il Progetto esecutivo

L’opera in sintesi

Il  Nodo  ferro-stradale  di  Casalecchio  è  un'opera  di  rilevanza  nazionale  che  vede  la compartecipazione di ANAS (responsabile del procedimento), Società Autostrade per l'Italia e RFI.  
L'opera si compone di due stralci, i cui tracciati corrono assieme, uno stradale (la cosiddetta Nuova Porrettana) e uno ferroviario. 
La nuova tratta stradale collegherà l’“Asse Attrezzato" (svincolo Meridiana) e il tratto di Nuova Porrettana già realizzato nel territorio di Sasso Marconi. L’opera misura 4.200 metri per l’intero percorso casalecchiese e comprende una galleria di 
1.212 metri, in quanto parte del tracciato previsto nell'area più centrale e urbanizzata della città, sarà sotterraneo. 
Per  la  parte  stradale,  il  Nodo  di  Casalecchio  è  finanziato,  per  lo  stralcio  nord  in  partenza, attraverso la firma dell'atto aggiuntivo alla convenzione fra Autostrade per l’Italia e MIT per 155 milioni e 600 mila euro e, per lo stralcio sud (che si congiunge al tratto di Nuova Porrettana già realizzato in territorio di Sasso Marconi) attraverso la previsione nel contratto di programma ANAS/MIT 2016-2020 per ulteriori 54,4 milioni di euro. Per lo stralcio sud è stata avviata la progettazione definitiva. 

Allegati

Potrebbe interessarti

  • Forno a microonde: fa veramente male alla salute?

  • L'olio di arachidi fa male? Ecco la verità

  • Segreti e benefici del Tai Chi Chuan

  • Obesità infantile: come aiutare i vostri figli a mangiare meglio

I più letti della settimana

  • Incidente in A1, un morto: traffico bloccato la domenica del rientro

  • Incidente in A14 tra Forlì e Cesena, muore ragazzo di San Lazzaro di Savena

  • Concorso Mibac, bando per 1052 vigilanti: requisiti e materie d'esame

  • Incidente mortale sulla A14: chi era la giovane vittima

  • Nadia Toffa è morta: aveva scelto Bologna per la sua prima uscita pubblica

  • Interporto, scuoiano una pecora nel parcheggio: tre denunciati

Torna su
BolognaToday è in caricamento