Trovare casa, cruccio dei 'fuorisede': la soluzione arriva dagli studenti Unibo

Si chiama flatme.it, creato da studenti di Unibo per risolvere il problema che assilla tanti fuorisede, ovvero trovare una sistemazione. E, a quanto pare, funziona visto il "record di utenti a Bologna"

Si chiama flatme.it ed è un sito, gratuito, creato da studenti dell'Ateneo di Bologna per risolvere il problema che assilla tanti universitari fuorisede sotto le Due torri: trovare una sistemazione. E, a quanto pare, funziona visto il "record di utenti a Bologna". I motivi, secondo i commenti di chi l'ha già utilizzato, sarebbero la facilità e l'immediatezza: "Una mappa mostra tutto ciò' che offre il mercato, in uno sguardo.

Un click e i filtri di ricerca scremano gli annunci in base alle proprie esigenze, lo stesso per accedere e prendere contatto: nessuna email da digitare o equazioni da risolvere per superare l'antispam, basta un click", spiegano in una nota gli ''inventori'' del sito.

"A Bologna, cheè stata anche l'area test della piattaforma, l'aumento di utenti si verifica mentre la cronaca racconta di agenzie truffaldine e manifestazioni di associazioni studentesche contro la speculazione sugli affitti di settore", sottolinea Federico Giannini, studente dell'Alma Mater e tra gli ideatori del servizio web che propone diverse opzioni ai suoi utenti: la ricerca di una sistemazione o di un coinquilino (ma ci si puo' anche proporre in questa veste), la diffusione di un annuncio; il tutto ovviamente anche con il rimando ai vari social network.

(agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

Torna su
BolognaToday è in caricamento