Caro affitti e studenti, il sindaco dell'Appennino: "Da noi case a 2,50 euro al giorno"

Il Comune dell'Appennino lancia l'offerta dedicata agli studenti universitari, mettendo a disposizione appartamenti a 75 euro al mese. Santoni: "Per tre mesi regaliamo anche l'abbonamento del treno"

Il sindaco Alessandro Santoni

Negli ultimi anni cercare un alloggio a Bologna è diventata una vera e propria impresa, visto che la domanda supera l'offerta, senza considerare i prezzi da capogiro per una stanza singola, così come per una doppia. Una vera e propria 'emergenza', sulla quale più volte enti ed esponenti politici hanno puntato l'attenzione, visto che molti giovani rinunciano a studiare a Bologna per mancanza di case disponibili, o prezzi accessibili. Ma a capovolgere questa situazione ci prova il sindaco di San Benedetto Val di Sambro, Alessandro Santoni, che lancia un progetto dedicato agli universitari: case a 75 euro al mese, cioè a 2,50 al giorno per ogni studente.

Santoni, l'anno scorso aveva lanciato una sorta di appello a studenti e lavoratori che non trovavano casa a Bologna, invitandoli a trasferirsi a San Benedetto Val di Sambro perché c'erano case a disposizione. Oggi invece, presenta un progetto più strutturato con la possibilità di avere una stanza singola a meno di 100 euro...

"Si, quest'anno come Amministrazione ci siamo mossi prima. Già dai primi giorni di agosto avevamo tutto pronto, e abbiamo contattato l'Università di Bologna che ha accolto subito il nostro progetto. San Benedetto è un piccolo comune dell'Appennino, ma grazie alla stazione la città di Bologna è raggiungibile sempre in pochissimo tempo, e siamo a ridosso del casello autostradale, quindi anche chi ha un mezzo proprio può spostarsi velocemente. L'Università da questo anno sta informando tutti gli studenti della possibilità di alloggiare nel nostro territorio a prezzi ben diversi da quelli che si trovano a Bologna, circa 300 euro per un intero appartamento,  e abbiamo già contatti da parte di studenti e famiglie da tutta Italia. Non solo, anche studenti stranieri ci hanno chiesto maggiori informazioni, e abbiamo studiato una formula per offrire ad alcuni anche il trasporto".

Stanze a 75 euro al mese e trasporto gratis?

"Si, esattamente. L'affitto per un'intera casa da 3 o 4 posti letto è di 300 euro al mese. Dividendolo per ogni singola stanza lo studente paga 'solo' 75 euro al mese per l'affitto, circa 2,50 al giorno, quanto un cornetto e una brioche. Non solo, ai 4 studenti 'più veloci', cioè che decidono di abitare a San Benedetto, per tre mesi, da ottobre a dicembre, il Comune pagherà sia l'affitto che il trasporto con il treno. Un incentivo in più".

Quali appartamenti avete messo a disposizione degli studenti?

"Sono tutti appartamenti di privati. Stiamo raccogliendo tutte le offerte dei cittadini e le domande degli studenti, e ovviamente facciamo una selezione. Sono tutte case con più posti letto, perché l'idea è quella di fare anche 'gruppo' e trovare le soluzioni più idonee per tutti".

Dove sono gli appartamenti?

"Gli alloggi che al momento stiamo mettendo a disposizione sono nella frazione di Ripoli, o zone limitrofe. Questo perché sono più vicine alla stazione e gli spostamenti sono più rapidi e veloci. Non solo, sono luoghi che in inverno hanno meno disagi a causa del clima, perché si trovano a un'altitudine diversa. Ripoli ad esempio si trova anche vicino al casello autostradale di Rioveggio, offre servizi al dettaglio con alimentari, bar e ristoranti e c'è un borgo storico. Chiunque decide di studiare a Bologna e vivere a San Benedetto può integrarsi a pieno nella vita della comunità".

Come funziona? Chi bisogna contattare?

"Alcune case sono a già disposizione, altre le stiamo vagliando. La settimana prossima usciremo con un bando dedicato ai 4 studenti che per primi decidono di venire qui. A questi offriamo per tre mesi affitto e trasporto. Noi raccogliamo domanda e offerta, e se qualcuno è interessato lo mettiamo in contatto con il proprietario. Ovviamente viene stipulato un regolare contratto di affitto, e non ci sono costi di agenzia".

Perché un simile progetto?

"Quando si decide di andare a studiare in un'altra città, una delle più grandi imprese consiste nella ricerca dell'alloggio e non è facile trovare soluzioni abitative a canoni di affitto calmierati e accessibili. E non a caso, a Bologna questo problema persiste da qualche anno. Il nostro è un territorio ricco, e credo che anche questo sia un modo per promuoverlo. Incentivare le persone, anche lavoratori, a venire a San Benedetto non solo permette di risparmiare sui costi degli affitti, ma crea maggiore economia sul territorio, e le case non sarebbero più sfitte. Inoltre, questo è un territorio con un ottimo livello di qualità di vita, che consente agli studenti di poter studiare in pace e tranquillità. Questa è un’azione che mette gli studenti fuori sede al centro di un progetto più ampio di valorizzazione territoriale in forza della loro propensione ad abitare altrove per motivi di studio, e per favorire una esperienza di vera partecipazione alla vita delle comunità".

- Maggiori informazioni 

Per informazioni o domande è possibile contattare gli uffici comunali preposti al numero di telefono 0534 95026, interno 125 o 117 , oppure inviando una mail all'indirizzo: adriana.santi@comune.sanbenedettovaldisambro.bo.it  oppure linda.cumoli@comune.sanbenedettovaldisambro.bo.it. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Cerca di fuggire dalla gazzella dei carabinieri con l'apecar: è ubriaco

  • Castenaso: morto Dino, il re della pasticceria

  • Tre appartamenti all'asta in via Amendola: il bando Invimit scade il 20

  • Incidente in via del Gomito, morto ciclista di 25 anni

  • Il figlio di Vasco Rossi oggi dice "sì": matrimonio a Crespellano per Lorenzo Rossi Sturani

Torna su
BolognaToday è in caricamento