Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Imboscata dei Carabinieri al ristorante: 3 arresti | VIDEO

Vittima un uomo di 43 anni al quale due uomini hanno tentato di estorcere 2.500 euro

 

I fatti risalgono al 10 aprile, quando la vittima, un 43 enne di Castelmaggiore, si rivolge ai Carabinieri di Castel Maggiore per chiedere aiuto, poiché aveva subito una serie di minacce da parte di alcuni soggetti, che pretendevano il pagamento di 2.500 euro in contanti, per un debito verosimilmente non onorato.

Così viene fissato un incontro in un ristorante per riscuotere la prima 'rata'. A questo, avvenuto una settimana fa durante un normale pranzo, con clienti in sala, arrivano però anche i carabinieri di Castel maggiore e Borgo Panigale che arrestano il 33enne in flagranza di reato e per detenzione di sostanze stupefacenti. (Le unità cinofile trovano 5 grammi di cocaina in uno scaffale del ristorante)

In un secondo momento, poi,  dopo una perquisizione, i carabinieri arrestano il secondo uomo, 49enne di Gioia Tauro (RC), per concorso in estorsione.

La terza persona arrestata è un pregiudicato estraneo all'estorsione ma presente nel ristorante al momento del blitz, cosa che ha quindi insospettito le forze dell'ordine e fatto scattare una perquisizione anche nei suoi confronti.

L'uomo, 35enne di Cosenza, è stato trovato infatti in possesso di un'arma rubata, revolver marca Taurus calibro 357, e di 35 proiettili. 

l calibro '357 magnum' è uno tra più potenti al mondo che sia mai stato realizzato per pistole e revolver. L’arma era stata rubata a febbraio a un cittadino di Bazzano. La perquisizione è stata eseguita anche nei confronti degli atri due soggetti arrestati e oltre al revolver, sono stati rinvenuti anche una trentina di grammi di droga (cocaina, hashish e marijuana) e tre bilancine di precisione.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, i tre soggetti, tutti pregiudicati, sono stati trasferiti in carcere.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento