Castel San Pietro: chiede un ultimo appuntamento alla ex e la "sequestra"

L'uomo è stato arrestato mentre tentata di fuggire in treno. La donna aveva accettato di vederlo per parlare un'ultima volta

I Carabinieri di Medicina

Un 32enne di Faenza, gravato da precedenti di polizia contro il patrimonio e la persona, è stato arrestato dai Carabinieri per sequestro di persona aggravato e violenza privata. Vittima la ex fidanzata 39enne che era stata privata del telefono cellulare e costretta, sotto minaccia, a guidare verso l'autostrada contro la sua volontà.

I due si erano lasciati e, come spesso accade, la donna aveva accettato di vederlo per parlare un'ultima volta, così si erano dati appuntamento a Castel San Pietro. Il 32enne, che aveva già a suo carico un divieto di avvicinamento per precedenti denunce, era salito a bordo della macchina della ex, le aveva strappato di mano lo smartphone e costretta a guidare e a imboccare l'autostrada allo scopo di “regolare vecchie questioni personali”.

La vittima aveva più volte tentato di rallentare per scendere dall'auto, ma l'uomo glielo aveva impedito trattenendola per un braccio. Giunta sulla via San Carlo però era riuscita a fuggire e a chiedere aiuto alle auto in transito. A chiamare il 112 è stato proprio un automobilista alla guida di un furgone che riferiva di aver soccorso la donna, in via San Carlo, a Castel San Pietro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tenta la fuga

Una pattuglia dei Carabinieri della Tenenza di Medicina, che si trovava in zona per un controllo del territorio, giunta sul posto, ha soccorso la 39enne sotto shock. Il suo ex invece, aveva dapprima seguito il furgone e, quando si era reso conto che si stava dirigendo verso la caserma dei Carabinieri di Castel San Pietro, aveva invertito la marcia. I militari hanno trovato l'auto nel parcheggio della stazione e l'uomo che stava tentando la fuga in treno. Su disposizione della Procura è stato arrestato e portato in carcere.

Segregata e costretta a rapporti non consenzienti: denunciato il marito 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus: autocertificazione, ecco il nuovo modello. Scaricalo qui

  • Cornavirus Emilia-Romagna, bollettino 27 marzo: contagi +772, altri 93 morti

  • Coronavirus, A Bentivoglio le maschere da snorkeling diventano respiratori e protezione per i medici

Torna su
BolognaToday è in caricamento