Incendio a Castello D'Argile: ancora a fuoco il casolare dell'omicidio

Lo stabile in disuso ancora in fiamme. Vigili del fuoco e carabinieri sul posto

Ancora un incendio nel casolare abbandonato, teatro della morte di Atika Gharib, la 32enne trovata carbonizzata e per il cui omicidio è stato arrestato il suo ex compagno. Il casolare è tornato a bruciare questa notte, quando all'alba una chiamata ha riportato i vigili del fuoco sul posto. Secondo una primissima stima, ancora in corso di accertamento, le cause dell'innnesco sarebbero comunque accidentali.

Secondo le prime informazioni sembra che a bruciare sia un altra porzione del caseggiato, complesso di edifici da tempo rifugio di senza fissa dimora e sbandati. Sul posto sono arrivati, oltre ai vigili del fuoco, anche i carabinieri.

Proprio in questo caseggiato, solo una settimana fa, Gharib e l'uomo si sono incontrati: un incontro che però è stato fatale alla donna. "La vita che volevo fare qui con lei la faremo insieme in paradiso" ha detto il presunto omicida alla sorella di lei, in una telefonata ora agli atti del procedimento penale per omicidio nei confronti del 42enne.

Cadavere a Castello d'Argile, la fine di un rapporto violento: 'Ho vendicato il mio onore"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rissa dopo Bologna - Milan: tifoso accoltellato, è grave

Torna su
BolognaToday è in caricamento