Sono in vacanza e vedono i ladri in diretta sul cellulare: salvati dalla chat di vicinato

La vice assistente civica di Castenaso Cristina Sarti spiega come funziona il "Gruppo Difesa Castenaso": «Non è la prima volta che viene sventato un furto così, ma per far bene ci vogliono delle regole»

Il gruppo degli Assistenti Civici di Castenaso

I padroni di casa erano via per Pasqua e i ladri, nel pomeriggio dello scorso 23 aprile, hanno deciso di colpire la loro abitazione spiati senza saperlo da un sistema di monitoraggio che intanto trasmetteva in diretta i loro movimenti. Essendo molto lontani da Castenaso, oltre ad aver chiamato il 112, hanno scritto quello che stava accadendo nella chat "Visione Castenaso", che fa controllo di vicinato con regole ben precise (come quella appunto di rivolgersi sempre e prima di tutto alle forze dell'ordine). Una "macchina perfetta", una comunicazione veloce che ha consentito di sventare il furto. 

«Non è la prima volta che accade, anzi, saranno stati 4/5 casi in un anno - spiega Cristina Sarti, vicepresidente dell'associazione degli assistenti civici di Castenaso - l'allarme in questo caso è stato lanciato immediatamente (erano le 16.50 di martedì, e sul posto oltre ai Carabinieri sono giunti anche gli uomini della Polizia Locale, facendo fuggire i ladri senza bottino». Una bella prova di efficienza insomma per questo "sistema" di prevenzione. 

Ma quanti sono i gruppi Whatsapp che avete creato?  «Le chat sono tre: Visione Castenaso Est, Ovest e Ovest1. Sono state create per segnalare fatti inerenti alla Sicurezza all' interno del Comune e per meglio rispondere al concetto di Osservazione del Territorio - spiega Sarti - Gli Assistenti Civici, referenti della chat, operano in stretta collaborazione con l'ANC con l'obiettivo di comprendere e accogliere utenti motivati allo scambio di informazioni e segnalazioni riguardanti il tema della sicurezza.  L'impegno degli Assistenti Civici è altresi rivolto al coinvolgimento dei referenti di altre analoghe chat esistenti sul territorio di Castenaso  al fine di creare una collaborazione condivisa. 

È nata inoltre la collaborazione con il comitato del vicino comune che ha attivato la chat "Budrio Sorveglia". Lo scambio di informazioni tra i due territori é molto utile per avvisare sugli accadimenti verificatesi in un comune rispetto all'altro praticamente in tempo reale. L'idea è nata per la forte l'esigenza di: creare una rete di segnalazioni tra cittadini per dar modo di inserire e ricevere le informazioni di allerta tempestivamente e instaurare nuovamente un rapporto di buon vicinato e incentivare quel senso civico di tutela delle persone piu deboli, come ad esempio gli anziani, e con l'obiettivo di  aumentare il livello di attenzione ed evitare truffe e raggiri». 

Come funziona esattamente il sistema di vigilanza? «Le informazioni vengono filtrate e inoltrate alla chat superiore in cui sono presenti Sindaco, Delegato alla Sicurezza, Carabinieri, Polizia Municipale, Anc e Assistenti Civici.  Gli utenti che hanno aderito alla  chat  sono notevolmente aumentati negli ultimi tempi, tanto da raddoppiare,  e nel giro di 12 mesi è stata raggiunta la quota di circa 600 utenti e sarà presto necessario dar corso alla suddivisione in nuove zone per accogliere tutti i cittadini che intendono partecipare attivamente all'attività di segnalazione e diffusione delle informazioni.  L'interesse primario della chat è finalizzato a sensibilizzare gli aderenti all'importanza della condivisione delle informazioni con l'intento consapevole di un reciproco supporto. Tutti possono fornire il loro contributo con messaggi chiari, puntuali e completi di ogni elemento utile riscontrato.  Nelle regole generali che disciplinano la chat si ribadisce che in caso di allerta il primo numero da chiamare è sempre quello delle Forze dell'Ordine, Carabinieri e Polizia Municipale».

Potrebbe interessarti

  • Dermatologia: una bolognese premiata al congresso mondiale

  • Come combattere il caldo: consigli e rimedi

  • Estate 2019: piscine all'aperto a Bologna e provincia

  • Lotta alla zanzare tigre: in arrivo 30mila maschi sterili per bloccare la proliferazione

I più letti della settimana

  • Incidente in A13: scontro tra auto, traffico bloccato per un'ora

  • Incidente mortale a Sasso Marconi: auto si scontra con un camioncino, bimbo di sette anni muore sul colpo

  • Incidente con auto Polizia, morto in ospedale: chi è la vittima

  • Incidente in via del Lavoro, schianto tra volante Polizia e portapizze: morto

  • Incidente in riviera: schianto auto-moto, morto 56enne imolese

  • Imola, donna trovata morta nel fiume Santerno

Torna su
BolognaToday è in caricamento