"Rimozioni auto gonfiate", Rinvio a giudizio per titolare centro

L'accusa è di truffa aggravata: secondo il Pm il titolare del 'Centro dell'auto' avrebbe fatto pagare cifre superiori atte tariffe stabilite dal Comune. Venti denunce di automobilisti

foto repertorio

Andrà a processo con l'accusa di truffa aggravata Sabino Grossi, titolare della ditta 'Centro dell'auto' e concessionario del servizio di rimozione auto del Comune di Bologna. Il gup Alberto Ziroldi ha infatti accolto la richiesta di rinvio a giudizio presentata dalla pm Antonella Scandellari.

Secondo la ricostruzione dell'accusa Grossi avrebbe fatto pagare, in concorso con persone non identificate, cifre superiori alle tariffe stabilite dal Comune con l'appalto a diversi automobilisti per i quali era stata attivata la rimozione del mezzo. Complessivamente, 20 persone avevano sporto querela alla Polizia municipale, per importi extra applicati sui verbali tra marzo e aprile 2016 fino ad un massimo di 85,91 euro. 

Di queste, però, solo quattro si sono costituite parte civile nel processo, che inizierà il 20 gennaio 2020. Il rinvio a giudizio arriva a meno di un mese dalla fine di un altro processo di primo grado che coinvolgeva Grossi. Il 30 maggio, infatti, il titolare del 'Centro dell'auto' e' stato assolto al termine del dibattimento su una serie di 'revisioni fantasma' ad auto e moto risalenti al 2011, in cui era imputato assieme al figlio Antonio Maurizio e ad altre due persone. (Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Rivoluzione orari della 'movida', parte esperimento. Lepore: "Cercheremo di dettare una nuova tendenza"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Accoltellamento sul treno: due feriti, treni in ritardo

Torna su
BolognaToday è in caricamento