Chiusura Conad al Fossolo: il Comune pensa a un mercato rionale

Il sindaco è tornato nel Quartiere che lo ha avuto come Presidente insieme all'assessore al Commercio per aggiornare i residenti sul tavolo aperto con Conad, dopo la chiusura del Supermercato presso il centro commerciale Fossolo 1: 'Deve tonare qui!'

Merola e Lepore al Fossolo 1

Ieri pomeriggio il sindaco Virginio Merola è tornato nel Quartiere che lo ha avuto come Presidente e, insieme all'assessore al Commercio Matteo Lepore, ha incontrato i residenti del 'Fossolo': obiettivo, un aggiornamento sul tavolo aperto con Conad, dopo la chiusura del Supermercato presso il centro commerciale Fossolo 1. 

"Abbiamo un problema da risolvere - ha detto il sindaco a Bologna Today - stiamo lavorando per trovare una soluzione alternativa per un anno in attesa che Conad decida definitivamente se riaprire o meno. Porteremo un mercatino di ambulanti per sopperire al disagio, c'è anche la Polizia Municipale per vedere dove piazzarlo". Intanto, su iniziativa di qualche residente della zona, ieri e oggi banchetti di produttori della zona hanno venduto frutta, verdura e formaggi a km 0: "C'è un forte richiamo in città di questo tipo di mercatini, può essere un'idea". 

"Nell'ottica della riorganizzazione e razionalizzazione delle rete di vendita, i clienti potranno servirsi di altri due punti di vendita Conad (il superstore di via Emilia Levante 6 e il supermercato Fossolo 2) che si trovano nelle vicinanze e che si presentano moderni, con un'offerta di prodotti molto più ampia, capace di soddisfare ogni necessità di acquisto, nel food come nel non food, e di consumo", così informava Conad nel comunicato e aveva messo a disposizione anche una navetta gratuita per trasportare i clienti al punto vendita di Via Emilia Levante, che dal 15 febbraio sarà sospesa, visto lo scarso successo.

All'incontro erano presenti anche la Presidente del Quartiere Savena Virginia Gieri e il consigliere comunale Forza Italia Marco Lisei: "Sono qui in segno di solidarietà con il quartiere e con i residenti, dopo la chiusura del Supermercato", ha detto. 

Un armistizio quello stipulato tra Comune e Conad che starebbe valutando se riaprire un negozio più piccolo, ma "qui non può mancare un negozio di alimentari - ha detto il sindaco  che ha proposto di far nascere "un mercato rionale" e per il momento "utilizzare lo spazio abbandonato da Conad per organizzare delle iniziative". Sara insieme ad altri residenti si stanno già dando da fare per rivitalizzare gli spazi del piccolo centro commerciale: "Il comune ha un potere di persuasione e non legale", visto che tutti i locali sono di proprietà di Conad che ha stipulato un accordo cooperativo sulle licenze: "Ciò che a me sembrava modernissimo, non può diventare un impedimento" ha detto Merola. 

L'assessore al Commercio Matteo Lepore si era mobilitato personalmente, a novembre 2015, per salvare il supermercato, dopo aver constatato "tanto attaccamento per un centro commerciale", ubicato in una zona densamente abitata anche da tanti anziani, affezionati al supermercato. L'assessore ha incontrato la dirigenza Conad che ha assicurato di avere allo studio un progetto per il Fossolo 1: "Gli abbiamo chiesto di riaprire entro l'estate, ogni mese ci rivedremo" ma sicuramente il format è di un negozio più piccolo, di 200 metri circa. Erano seguite due assemblee pubbliche molto partecipate. 

I frequentatori del centro commerciale sono spaesati (è stato aperto nel 1971), anche perchè per loro è anche un centro di aggregazione Conad: "In due settimane un paio di residenti siamo riusciti a contattare due produttori locali e voi come Comune non considerate un’emergenza - ha chiesto Sara a Lepore - vedere la gente piangere non è bello". 

Si tratta di un luogo privato "per mettere degli ambulanti fuori che significa permettere di avere uno stadio di vendita - ha risposto l'assessore - nello spazio pubblico bisogna fare delle procedure di evidenza pubblica perchè tutti devono avere le stesse possibilità".

Gremita la galleria del centro commerciale e diversi sono stati gli interventi dei presenti, soprattutto anziani: "Sono stata la prima cliente del Conad, lei capisce quanto mi duole la cosa - ha detto una signora - sono venuta in questo quartiere che non avevo nè ascensore nè riscaldamento". Secondo un altro signore Conad ha volutamente fatto "andar male il supermercato perchè negli ultimi tempi vendeva prodotti di scarsa qualità, a prezzi maggiorati". 

DIPENDENTI. E poi c'è la questione dei lavoratori. Alla chiusura Conad si disse impegnata a "trovare un'adeguata collocazione ai dipendenti, valutando le migliori e più idonee opportunità di lavoro. Gli otto dipendenti sono stati ricollocati con contratti a termine in altri punti vendita. I dirigenti Conad "si sono impegnati a riassumere quando riapriranno" con una sorta di "diritto di prelazione, Conad lavora con degli imprenditori che aprono i punti vendita. I lavoratori sono in una condizione lavorativa non ottimale, anche perchè sono persone con esperienza". Anche una dipendente Conad ha preso la parola: "Il 24 dicembre eravamo tutti fuori, senza lavoro, poi, grazie alle persone, al quartiere e al comune abbiamo avuto contratti a tempo determinato. Sono stata assunta per 6 mesi in sostituzione di maternità, altre per 3, altre due in disoccupazione perchè non hanno trovato lavoro. Ogni punto vendita ha i suoi soci, perchè deve prendere altre persone se sono già al completo?".

Lepore ha confermato che Conad sta assumendo personale a livello nazionale ed è stato fatto uno sforzo a chiedere di non assumere "personale giovane e a non usufruire quindi delle defiscalizzazioni" disposte per legge. 

L'incontro è stato anche occasione per evidenziare alcune criticità del quartiere come l'illuminazione, la sicurezza e le "buche". Il sindaco ha assicurato che c'è un piano per sostituire le luci con lampadine a led, molto più luminose e economiche, e ha confermato un piano di investimento per la manutenzione stradale: "Mia moglie è caduta su una buca già sette volte" ha urlato un signore in sala, ma è stato smentito da un altro residente era pronto a giurare che fosse caduta una sola volta. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • „e per il momento "utilizzare lo spazio abbandonato da Conad per organizzare delle iniziative"“  

    Questa frase mi fa già sentire puzza di centri sociali

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Spaccio di droga in PIazza Verdi, in manette quattro pusher

  • Cronaca

    Incendio ad Anzola, fiamme tra le auto: a fuoco anche camper e roulotte

  • Cronaca

    Il nonno gli dice 'Facci un film': dal racconto di un 18enne nasce 'Indescrivibile'

  • Cronaca

    Bimbo si perde in Corticella, trovato dopo ricerche in tutto il quartiere

I più letti della settimana

  • Incidente a San Lazzaro, perde il controllo dell'auto e si schianta contro il guard rail: vivo per miracolo

  • Morto a 26 anni sotto i portici di via Ugo Bassi, mistero sulle cause

  • Mamma dimentica figlio di due anni in auto e va a lavoro

  • Incidente in A1: schianto in auto, un morto e un ferito grave

  • Trasporti, sciopero 24 marzo: disagi per chi viaggia in bus

  • Il cane abbaia forte, i vicini segnalano: il giovane padrone è morto in casa

Torna su
BolognaToday è in caricamento