Uffici postali a rischio chiusura, Poste italiane: per ora solo ipotesi

L'ipotesi di soppressione degli sportelli antieconomici -21 solo nella provincia di Bologna - per ora resta solo sulla carta

Addio a 1156 uffici postali in Italia: potrebbe essere questa la conseguenza dei tagli comunicati da Poste italiane. Solo a Bologna e Provincia saranno ben 21 gli sportelli a rischio chiusura (vedi elenco) tra il 2012 e il 2013, inquanto giudicati strutture 'antieconomiche'. Oltre alle chiusure, ipotizzate anche riconversioni per gli sportelli: dagli orari ridotti, alla multifunzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia ha subito sollevato diffusi malumori: si teme infatti per i conseguenti disagi e disservizi. Ma arrivano le parole di Poste italiane a raffreddare gli animi. Attraverso una nota l'azienda precisa che "l’elenco degli uffici  postali diseconomici è  solo un impegno con l’AgCom e non un piano di chiusure."
Ogni anno, infatti, "in conformità alle disposizioni del Contratto di Programma, Poste Italiane  deve inviare all’autorità di vigilanza (attualmente l’AgCom) un Report sugli uffici postali e sulle strutture di recapito che non garantiscono l’equilibrio economico. Viene quindi stilato un elenco degli uffici che non soddisfano i criteri di economicità, ma che non risponde a un piano di chiusure di uffici postali, materia che eventualmente andrebbe discussa preliminarmente con gli enti locali e l’AgCom".

La diffusione della rete è - almeno per ora - rimasta invariata, - conclude Poste italiane - sottolineando che cio' è stato possibile trasformando alcuni uffici "in autentici 'centri servizi' dove ottenere servizi postali e finanziari ma anche certificati anagrafici, visure catastali, passaporti, servizi per la salute, pagamento dei ticket sanitari e permessi di soggiorno per cittadini stranieri."





 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento