Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Ex Cierrebi: nuova protesta dei cittadini: "Tuteliamo sport, salute e bene pubblico"

Stamattina in via Marzabotto il comitato "Salviamo il Cierrebi" in presidio contro l'installazione di un'antenna di telefonia

 

Il nodo Cirriebbi non si scioglie, e il comitato di cittadini torna in strada per protestare contro la chiusura del centro sportivo, annunciata per la prossima settimana, e per l'installazione di un'antenna di telefonia al suo interno, alle spalle dei campi di gioco.

È di ieri l'incontro con l'assessore allo Sport Matteo Lepore che ha chiesto una sospensione di quattro mesi sulla chiusura del centro.

"Ho ribadito che ritengo sbagliato realizzare un supermercato al posto del centro sportivo - ha scritto l'assessore - ma ho fatto anche un altro appello alla propietà privata: in attesa che si chiariscano i contorni giuridici della vicenda mantengano almeno il Palazzetto aperto se non tutta la struttura. Una moratoria. La chiusura dell'impianto prevista annunciata per il prossimo lunedì - continua Lepore - lascerebbe centinaia di famiglie senza la possibilità di proseguire, per loro e i propri figli, le attività sportive, oltre a diverse società dilettantistiche e giovanili. È un errore!".

L'annosa questione

Si tratta di uno dei pochi centri sportivi del quartiere Porto-Saragozza e l'affaire va avanti da ormai due anni. Tutto è nato con la vendita dell'area per circa 3 milioni di euro dalla vecchia proprietà (Carisbo) alla nuova (metà Seci-Maccaferri e metà Bsc, una controllata del Bologna Fc).

La restante parte dell'area (la palestra, il palazzetto polivalente, quattro campi da tennis, club house e ristorante) sarebbe andata venduta al Comune di Bologna, che ne farebbe una sorta di 'casa degli sport' destinata alle attività che ora sono ospitate nelle mini-palestre sotto le curve dello stadio Dall'Ara.

"Una sciagura" realizzare un supermarket all'interno dell'ex Cierrebi per l'assessore allo Sport e alla Cultura Matteo Lepore. 

Un supermercato all'ex Cierrebi: "Nessuno ha mai parlato di sacrificare la palestra"

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento