Nuovo cinema multisala a Castenaso, cittadini avviano raccolta firme: "Coinvolgeteci nel progetto"

Si chiede un processo partecipato finalizzato alla valutazione dell’interesse pubblico di impatto ambientale. Il sindaco: "Non vogliamo sotrarci al confronto con la cittadinanza, ma ..."

Una sala cinematografica , foto archivio

E' la possibile realizzazione di una multisala da 2600 posti a Villanova di Castenaso, fianco il centro commerciale Centronova, a scatenare la presa di posizione di numerosi cittadini, tanto da riunirsi e formare una sorta di comitato, chiamato Gruppo di Lavoro Multisala - GdLM.

Gruppo che, appresa la notizia dell'approvazione della manifestazione di interesse sul progetto da parte del Consiglio Comunale lo scorso giugno, ha avviato una raccolta firme presentata già in Comune e in Regione: documento che in poco tempo ha raccolto 600 adesioni. 

"Nelle ultime elezioni comunali - spiega attraverso una nota Il GdLM -  enunciazioni di impegno politico di Prima Castenaso che, com’è noto, è maggioranza di governo al Comune di Castenaso, venivano indicati una serie di buoni propositi in tema di ambiente e di consumo di suolo, di gestione del territorio e urbanizzazione nonché in tema di partecipazione dei cittadini. L'amministrazione di Castenaso ha inteso approvare, fra i primissimi atti consiliari, l’attuazione di alcune evidenze di “completamento residuale di sviluppo urbanistico” previste dal PSC (Piano di Sviluppo Comunale), tra cui l’ampliamento del Polo Funzionale Centronova di Villanova di Castenaso.Nello specifico, è stata approvata la manifestazione di interesse per la realizzazione di una Multisala Cinematografica della capienza di 2600 posti, nonché di ulteriori esercizi commerciali annessi. La contropartita per un’opera del genere, secondo l’intenzione esposta dall’Amministrazione, sarebbe costituita da un servizio di “navetta” da, e verso, la Multisala relativa alla sola mobilità San Lazzaro – CentroNova di Villanova di Castenaso".

E ancora: "Nella delibera, il consiglio comunale ha rimarcato un elevato “interesse pubblico” senza esplicitare come questo si sia evidenziato, in cosa consista e senza spiegare l’impatto di fruizione viabilistico, sociale, economico e culturale, che tale opera genererebbe sul nostro territorio. Ciò premesso, un Gruppo di cittadini civici, identificabili in Gruppo di Lavoro Multisala, paventati dalle gravose prospettive che una tal iniziativa comporta in termini di impatto ambientale e di viabilità in una zona già gravata da condizioni di traffico al limite della sostenibilità, ha chiesto all’Amministrazione di Castenaso un coinvolgimento della cittadinanza intendendo che siffatte decisioni debbano essere affrontate all’interno di un vero e proprio percorso partecipativo” .

La posizione Gruppo GdlLM

Il Gruppo GdLM prende posizione, e nero su bianco dichiara di ritenere "che in tema di enunciata partecipazione, esiste sempre una sostanziale differenza tra 'pubblicizzare' e 'partecipare' alle decisioni" perché "un conto è pianificare e un altro è decidere che tipo di funzionalità inserire". E che  "nel PSC di Castenaso - incalza il gruppo-  vecchio di oltre 10 anni, erano state prese in considerazione solo alcune ipotesi commerciali e non certo quella specifica di realizzare il più grande Cinema Multisala della Regione E-R ".

La raccolta firme

Approvata la manifestazione di interesse dal consiglio comunale, il gruppo ha avviato la sottoscrizione di firme fra i cittadini, chiedendo alla Regione l’intervento di mediazione del Tecnico di Garanzia per avviare un processo partecipato finalizzato alla valutazione dell’interesse pubblico di impatto ambientale.  "Con il suo buon esito-  prosegue la nota -  come previsto dal regolamento regionale in materia di negoziato nei casi di interventi finalizzati alla promozione di processi di partecipazione, sono state raccolte e depositate, più di 600 firme".

La replica del sindaco

Sull'argomento a fare varie precisazioni è il sindaco Carlo Gubellini, che a BolognaToday spiega: "E' bene spiegare che noi abbiamo  votato in maniera favorevole a una manifestazione di interessete per la realizzazione di una multisala, e che da qui si è aperto un percorso che adesso vede il coinvolgimento della Città metropolitana per l'accordo metropolitano, che valuterà se ci saranno tutti i requisiti per la realizzazione dell'opera. Noi adesso noi non abbiamo un progetto - incalza il primo cittadino -  e soprattutto non ci vogliamo sotrarre al confronto  con la cittadinanza, ma lo faremo quando avremo risposte concrete, cose concrete sulle quali discutere. Dopo che la Città Metropoltana avrà licenziato questo accordo territoriale, sarà coinvolto anche il Comune di San Lazzaro in quanto Comune confinante, perché la possibile opera potrebbe sorgere sul territorio di Castenaso ma su un terreno che è privato, e tengo a sottolineare questo aspetto. Dopo l'accordo territoriale bisognerà fare un accordo operativo, quindi parliamo di un iter complesso e articolato".

E ancora: "La realizzazione di quest'opera è una cosa da vagliare in tutti i suoi aspetti - sottolinea il sindaco - e solo quando avremo elementi utili e concreti potremo confrontarci con la cittadinanza. Se avessimo bocciato la manifestazione di interesse avremmo votato contro l'idea di costruire una multisala, ma avendo votato a favore abbiamo deciso di capire e vagliare a fondo cosa potrebbe essere realizzato. Inoltre i temi da affrontare saranno tantissimi, come quello del trasporto pubblico che dovrà portare fino alla multisala. Preciso che a differenza di quanto si dice, quella che è un'area che già rientra nel piano di espansione, inserita nel Psc del 2009. Certo non c'era scritto destinazione multisala, ma zona di espansione e quindi la sua destinazione può essere varia. Vogliamo anche noi il confronto, ma quando avremo elementi concreti sui quali discutere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Furto nella notte: ricco bottino dei ladri nell'azienda in fallimento

Torna su
BolognaToday è in caricamento