Stop al Passante: decine di cittadini chiedono i danni

Federico Gualandi, depositerà al Tar una diffida con allegati i mandati di "parecchie decine di cittadini" che si sentono danneggiati dallo stop al Passante

Nodo Passante Nord, ci sono già circa 80 persone pronte a dare il via alla class action contro il blocco del Passante di Bologna. Nei prossimi giorni l'avvocato del comitato per l'allargamento della tangenziale-autostrada, Federico Gualandi, depositera' al Tar una diffida con allegati i mandati di "parecchie decine di cittadini" che si sentono danneggiati dallo stop al Passante. E altri dovrebbero aggiungersi nelle prossime ore.

Il comitato per l'alternativa al Passante nord, da sempre schierato per l'allargamento in sede, chiede l'applicazione dell'accordo del 2016 tra Governo, Autostrade ed enti locali sulla realizzazione del Passante, che prevedeva anche importanti opere complementari per la mobilita' bolognese. Si tratta, come ha spiegato stamane Gualandi in una conferenza stampa, di una "class action pubblica".

La sottoscrizione di un accordo, sottolinea il legale, "fa si' che si sia nell'ambito di un procedimento amministrativo, che non puo' essere azzerato solo perche' cambia una compagine politica, non puo' essere messo in stand-by". In pratica nel caso del Passante "ci sono tutti i presupposti perche' la class action venga accolta, perche' questo stallo e' sicuramente 'contra legem'.

Il nostro ordinamento ammette che si possa cambiare idea, ma con gli strumenti opportuni". E dunque "siamo pronti a mobilitarci per i risarcimenti dovuti agli incolonnamenti continui e le merci che non arrivano", afferma il presidente del comitato Gianni Galli. "Useremo tutte le vie legali possibili, non puo' andare avanti questo scippo di risorse per Bologna". Tra l'altro, sottolinea Galli, oltre alle opere di adduzione, "l'incertezza sul Passante tiene bloccata anche la terza corsia della A13 e la quarta dell'A14 verso il mare". 

Nelle scorse settimane il comitato ha anche presentato una richiesta di accesso agli atti al ministero delle Infrastrutture per vedere il nuovo progetto, il cosiddetto "passantino" con l'allargamento della sola tangenziale. "Non l'abbiamo ancora avuto, perche' il progetto non esiste, sono solo idee progettuali", chiude Galli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Dire) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Frecce Tricolori a Bologna: lo spettacolo il 29 maggio

Torna su
BolognaToday è in caricamento