Controlli anti-droga a scuola, alcuni genitori protestano. Procura: 'Diritti da tutelare'

Alcuni genitori non hanno visto di buon occhio il controllo effettuato dai Carabinieri. Il Collettivo Studenti: 'Contestati e zittiti dagli alunni, nonostante non ci fosse nulla da nascondere'

"E' sconcertante la reazione di qualche genitore al legittimo intervento dei Carabinieri. Ma non si devono anche tutelare i diritti della stragrande maggioranza dei genitori che giustamente non vogliono che nelle scuole circolino sostanze stupefacenti?". Così il Procuratore aggiunto Valter Giovannini ha commentato la reazione di alcuni genitori che non hanno visto di buon occhio il controlli anti-droga alla succursale del Liceo Laura Bassi di via Broccaindosso, dove sono stati rinventi 2 grammi di marijuana in bagno. 

Da quanto si apprende, tali controlli vengono concordati con la dirigenza scolastica e l'autorità giudiziaria ne viene informata. Possono essere condotti da personale in borghese o in divisa, sia all'esterno che all'interno dei plessi o negli spazi comuni: "In questa città inoltre - continua Giovannini - trova ancora spazio l'arcaico convincimento ideologico che l'università e più in generale gli istituti scolastici godano di una sorta di extraterritorialità". 

La notizia dell'intervento dei Carabinieri è stata data su Facebook dal Collettivo Studenti Medi Autorganizzati: "Si sono presentati degli agenti della polizia cinofila, che sono entrati per condurre come da loro riportato un controllo di routine". I militari avrebbero ispezionato alcune aule-campione e, riferisce il collettivo "hanno bussato interrompendo le lezioni, chiedendo a tutti di uscire dall'aula per poter condurre le loro ispezioni" ma "sono stati contestati e zittiti dagli alunni, che non hanno reagito bene al controllo, nonostante non ci fosse nulla da nascondere. Le scuole sono luoghi di formazione, non piazze di spaccio" e chiedono che presidi e dei professori "si oppongano a tutto questo e si schierino dalla parte degli studenti" così annunciano "un'assemblea pubblica al liceo Laura Bassi per discutere insieme a educatori, studenti, genitori e insegnanti come rispondere a queste ingiustizie". 

Potrebbe interessarti

  • Forno a microonde: fa veramente male alla salute?

  • Amanti del vinile? 4 imperdibili negozi a Bologna

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli

  • Lasciare la casa in ordine prima di partire: 9 cose da fare

I più letti della settimana

  • Incidente in A1, un morto: traffico bloccato la domenica del rientro

  • Incidente in A14 tra Forlì e Cesena, muore ragazzo di San Lazzaro di Savena

  • West Nile, zanzare positive a San Giovanni in Persiceto

  • Incidente mortale sulla A14: chi era la giovane vittima

  • Concorso Mibac, bando per 1052 vigilanti: requisiti e materie d'esame

  • Incidente sulla A14: scontro tra auto due morti e tre feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento