Coronavirus, in carcere sospese anche le visite di familiari e "terze persone"

La nota del garante dei detenuti

"Per quanto riguarda la complessiva situazione presso la Dozza, sulla base delle indicazioni provenienti dagli Uffici superiori, si è provveduto a sospendere l'accesso in istituto di tutti i volontari e i colloqui con i familiari e terze persone".

E' un passaggio della nota del garante dei detenuti della regione Antonio Iannello, che è intervenuto sulle implicazioni all'interno delle strutture detentive nel contenimento precauzionale alla diffusione del coronavirus.

Fatto salvo il divieto di visitare i familiari, il garante apre alla possiblità di "comunicazioni telefoniche o via skype, laddove possibile". "Per quanto riguarda la detenzione minorile" si legge ancora " sono state sospese le traduzioni da e verso gli Istituti Penali Minorili di Torino, Milano, Treviso, Bologna, Pontremoli e Firenze".

Del pari, sul fronte della popolazione carceraria "si ritengono opportuni l'adozione di adeguate misure di informazione nei confronti delle persone detenute circa le principali misure igieniche da assumere per le malattie a diffusione respiratoria nonchè il deciso incremento dell'attenzione circa l'igienizzazione degli ambienti in cui vivono le persone detenute e degli ambienti in cui lavorano gli operatori penitenziari, anche con riferimento alle dotazioni di dispositivi di protezione individuale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 3 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 4 aprile: i dati comune per comune

  • “Mio padre ha perso il lavoro e il frigorifero è vuoto, aiutateci": adolescente chiede aiuto al 112

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 2 aprile: +546 contagi, si contano ancora 79 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento