Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, un gruppo Facebook per offrire e chiedere aiuto: "Siamo in isolamento, ma non siamo soli"

L'avvocato Cathy La Torre ha aperto un luogo virtuale dove confrontarsi e offrire o usufruire di alcuni servizi utili rispettando distanze e norme di prevenzione: "Per la spesa, per buttare la spazzatura, per sfogarsi e confrontarsi"

 

Un gruppo su Facebook cittadino che ha lo scopo di offrire o chiedere supporto per le piccole faccende quotidiane in emergenza Coronavirus. E' stato messo online oggi dal suo amministratore, l'avvocato Cathy La Torre, che lo spiega così: "E' uno spazio virtuale di aiuti concreti nel quale tutti potremo chiedere una mano e sostenerci a vicenda e concretamente in questo momento delicato. Fare la spesa a chi non può uscire, portare il cane a passeggio quando il suo padrone non ne ha la possibilità, buttare la spazzatura, dedicare un po' di tempo agli altri e fare dei gesti di solidarietà. Magari anche la gestione genitori/figli". 

Cathy, come si chiama il gruppo, come si trova e come si entra a farne parte? "E' un semplice gruppo su Facebook e si chiama “Hai un’influenza sul mondo - Bologna”. Su fondo nero, lo skyline rosso della città. Basta cliccare su 'Iscriviti' ed è fatta. Poi si posta la propria esigenza o si risponde ai messaggi degli altri utenti". 

Il tutto comunque in sicurezza..."Certo, le distanze di sicurezza e le disposizioni si devono rispettare: questo gruppo nasce con il preciso scopo di aiutarci gli uni con gli altri mantenendo sempre però la “distanza di sicurezza” e usando i guanti quando si fanno gli scambi. Si può consegnare la spesa e lasciarla dietro la porta per esempio. Si può aiutare qualcuno a portare fuori i cani o a fare delle commissioni evitando sempre gli assembramenti e di affollare locali. Insomma ci si può aiutare salvaguardando la nostra salute e quella degli altri". 

Sarà anche un gruppo nel quale conforntarsi..."Qui ognuno potrebbe sentirsi meno solo, raccontando la propria esperienza, il proprio isolamento o chiedendo informazioni concrete. Questo è il gruppo che ci ricorda, con gesti concreti che anche tu hai un’influenza sul mondo!"

Coronavirus: Merola spiega le nuove norme 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento