Covid-19, nuova ordinanza Bonaccini: "Il Governo ha accolto la nostra proposta"

Dal 27 aprile possono ripartire imprese e distretti la cui attività guardi prevalentemente all'export e i cantieri per opere pubbliche. Dal 4 maggio tutte le manifatture, le costruzioni e l'edilizia

Da domani, lunedì 27 aprile, in Emilia-Romagna (fatta eccezione per Piacenza), così come in tutto il Paese, potranno ripartire le imprese e i distretti del settore manifatturiero la cui attività sia rivolta prevalentemente all’export e le aziende del comparto costruzioni per i soli cantieri di opere pubbliche su dissesto idrogeologico, edilizia scolastica, edilizia residenziale pubblica e penitenziaria. Lo potranno fare solo se in condizioni di rispettare i protocolli sulla sicurezza nei luoghi di lavoro firmati dal Governo e da tutte le parti sociali sui due settori tre giorni fa, il 24 aprile, inviando una comunicazione ai Prefetti. Ciò, però, non potrà accadere nella provincia di Piacenza, dove sono tuttora in vigore le misure regionali ulteriormente restrittive, anche per le attività economiche.

Le comunicazioni dei Ministri di Salute, Sviluppo Economico, Trasporti

La possibilità di partire da domani è prevista in una comunicazione inviata oggi dai ministri Roberto Speranza (Sanità), Stefano Patuanelli (Sviluppo economico) e Paola De Micheli (Trasporti) alla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, nella quale forniscono l’interpretazione autentica su quali siano le attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale da autorizzare fin da subito se in grado di ripartire rispettando a pieno le misure anti-coronavirus previste nei protocolli di sicurezza.

A darne notizia, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nella riunione della Cabina di regia nazionale nel pomeriggio, nella quale il premier ha descritto le modalità di ripartenza dell’intero comparto produttivo manifatturiero e di quello delle costruzioni dal 4 maggio, compreso il commercio all’ingrosso funzionale ai due settori. Nuove norme, sempre dal 4 maggio, anche per la mobilità delle persone: ad esempio, potrà ripartire l’attività sportiva individuale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una prima fase di ripartenza

“Mentre si profilano le linee guida nazionali e il quadro complessivo che permetteranno una prima, importante fase di ripartenza dal prossimo 4 maggio- afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini - viene accolta la nostra proposta, che qui avevamo condiviso con tutte le parti sociali nel Patto per il lavoro regionale, e che come Emilia-Romagna avevamo poi avanzato al Governo, anche a nome delle altre Regioni. Cioè la possibilità di far ripartire anche prima due settori – le filiere a maggior valenza internazionale e le costruzioni, riferite alle opere pubbliche – e di farlo attraverso comunicazioni alle Prefetture. Sia chiaro- prosegue Bonaccini- non siamo in presenza di alcun via libera generalizzato e incondizionato. L’azione di contrasto al contagio prosegue e deve proseguire, ma nel frattempo creiamo le condizioni sicure per ripartire gradualmente, con l’intero sistema socioeconomico regionale che si fa garante del rispetto delle condizioni di sicurezza a tutela di lavoratrici e lavoratori. Certo- conclude il presidente della Regione- siamo di fronte a un passo avanti importante, al quale siamo arrivati facendo gioco di squadra”.

Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 25 aprile 

Coronavirus, i numeri di Bologna e dei comuni della provincia: aggiornamento del 25 aprile 

Nuova ordinanza Bonaccini: dal 27 aprile via a vendita di cibo da asporto e toelettatura animali. Novità per il comune di Medicina

Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 24 aprile: +247 contagi, uno degli incrementi più bassi registrati

Coronavirus, Bologna e provincia 24 aprile: i casi comune per comune

Coronavirus, in Emilia-Romagna altre 4,5 milioni di mascherine gratuite

Coronavirus, ripresa interventi chirurgici. Il Sant'Orsola: "Serve sangue per la fase 2"

Stop ai contagi domestici: nuove disposizioni della Regione

Coronavirus, Hera studia acque di scarico con l'Istituto Superiore di Sanità

Coronavirus, Ausl: "26 deceduti nella casa di riposo, 7 tamponi positivi"

Coronavirus, Emilia-Romagna a sportivi: "Ancora 10 giorni di pazienza, a maggio sport all'aperto"

Oltre l'emergenza: il sindaco nomina esperti per "ripensare Bologna"

Cosa ci lascerà questa quarantena? La lezione dei bambini | VIDEO

Coronavirus, ecco il piano della Regione per le residenze anziani e contagi domestici

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

Torna su
BolognaToday è in caricamento