DIRETTA - Dal corteo: "Oggi siamo già oltre Làbas"

Concentramento davanti all'autostazione per poi marciare verso il centro storico. Forze dell'Ordine in presidio

Appuntamento come annunciato alle 15 in Piazza XX Settembre, davanti all'autostazione. Il corteo di Làbas, manifestazione che ha l'obiettivo di riaprire il centro sociale sgomberato lo scorso 8 agosto dall'ex Caserma Masini di via Orfeo (come da hashtag #riapriamoLàbas) si è mosso intorno alle 16.30 verso il centro. 

Una via Indipendenza presidiata dalle forze dell'ordine già nell'attesa che il "biscione" si muovesse verso via dei Mille con la meta di Piazza Carducci, dove dovrebbe concludersi (il percorso prevede via Ugo Bassi - Rizzoli - Strada Maggiore - via Guerrazzi - via Dante). Durante il presidio che ha preceduto la partenza tanti gli interventi al microfono da parte dei sostenitori di Làbas. Si parla di circa 5 mila partecipanti. 

Fra i primi quello di Tommaso, uno degli attivisti del centro sociale, che ha detto: "Oggi siamo già oltre Làbas. E' una consapevolezza da cui si parte, non è gloria: questo non è un corteo di Làbas perchè siamo già andati oltre Làbas. Oggi qui c'è la società che si è ripresa le piazze. Quella di oggi è una grande occasione e ci preme dirlo". 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"OGGI LA PRESA DELLA BASTIGLIA". Per Làbas c'è anche l'attore Alessandro Bergonzoni, che dal 'palco mobile' allestito su un furgone parla del centro sociale così: "Voi non fate il lavoro sporco, è lavoro pulito: è la politica che fa il lavoro sporco, voi state dando l'esempio di come non essere fuori luogo. Lo avete trovato un posto, vicino agli uffici della legalità. Non sarebbe Labàs contro il Comune, ma quello che fate voi è comune. E' la presa della Bastiglia, state facendo quello che non stiamo riuscendo a fare noi". 

QUI IL VIDEO DI BERGONZONI

CHI C'E'. In piazza, tra gli altri, il segretario di Sinistra italiana Nicola Fratoianni con il parlamentare Giovanni Paglia, i consiglieri comunali di Coalizione civica e M5s, e l'attore Alessandro Bergonzoni. Sul camion per i concerti anche il gruppo Lo Stato Sociale.

Fiom-Cgil presente con un proprio furgone, addobbato con le bandiere d'ordinanza. Presenti anche gli attivisti di Crash, l'altro centro sociale sgomberato lo stesso giorno di Làbas, armati di cartelli. Nel frattempo, gia' da un po' la zona di via Santo Stefano (dove si trova l'ex caserma Masini e le possibili future collocazioni di Labas, dall'ex Staveco a vicolo Bolognetti) e' visibilmente presidiata dai blindati delle forze dell'ordine. (Dire)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rissa dopo Bologna - Milan: tifoso accoltellato, è grave

Torna su
BolognaToday è in caricamento