Bambini 0-3 anni, riapertura asili nido e servizi infanzia: sostegno alle famiglie nella conciliazione vita-lavoro

La questione sarà discussa martedì prossimo durante la seduta telematica dell'assemblea legislativa

Servizi per l'infanzia da 0 a tre anni: il Partito Democratico chiede di riaprirli attraverso una domanda in question time. La richiesta è stata presentata con la presidente della commissione Scuola Francesca Marchetti e la firma dalla capogruppo dem Marcella Zappaterra per la giunta Bonaccini. La questione sarà discussa martedì prossimo durante la seduta telematica dell'assemblea legislativa.

"Fondamentale capire come si muoverà la Regione per riaprire in sicurezza"

"Credo sia fondamentale capire come la Regione intenda muoversi per riaprire in sicurezza i servizi per l'infanzia durante l'estate e gli asili nido- spiega Marchetti - garantendo risposte sia ai bambini come portatori di diritti che alle tante famiglie che devono conciliare i tempi di vita e lavoro". Il decreto Rilancio, sottolinea ancora Marchetti, "non ha dato la giusta considerazione ai servizi educativi per i bambini tra zero e tre anni, per questo la nostra Regione deve farsi portavoce di un tema imprescindibile per le nostre comunità".

Da un lato, afferma la consigliera Pd, la socialità "rappresenta un bisogno primario nell'infanzia, potrà essere vigilata, ma non totalmente impedita". Dall'altro si tratta di un "sostegno alle famiglie nella conciliazione vita-lavoro, in particolare per le donne, nei confronti delle quali non possiamo permetterci che vi siano arretramenti sui progressi avuti sul fronte dell'occupazione femminile. Occorre quindi trovare soluzioni in sicurezza con percorsi educativi di qualità". 

"Il diritto di tornare alla vita e al percorso educativo"

"Lo dobbiamo alle donne, alle famiglie e soprattutto ai bambini che hanno diritto di tornare pienamente alla loro vita e al loro percorso educativo". Inoltre, conclude Marchetti, "vanno sostenuti tutti quei gestori dei servizi privati e i loro lavoratori che non sono destinatari di nessuna delle misure previste dal decreto Rilancio. Non possiamo pensare ad una ripresa economica dopo l'emergenza sanitaria se non vengono fatti passi avanti su queste questioni". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento