Crevalcore, occupato uno stabile inagibile dal terremoto del 2012

I Carabinieri della Stazione di Crevalcore hanno denunciato cinque persone. Scatta anche un arresto

I Carabinieri della Stazione di Crevalcore hanno denunciato cinque marocchini, due 29enni, un 31enne e due 34enni, per invasione di terreni o edifici, perché dimoravano abusivamente all’interno di un edificio  in via Giuseppe Garibaldi che nel 2012 era stato dichiarato inagibile a causa del terremoto.

La scoperta è stata fatta ieri mattina, durante un servizio di controllo del territorio che i militari stavano effettuando per le vie del centro cittadino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra gli occupanti denunciati, uno dei due 29enni, l’unico ad avere la residenza a San Giovanni in Persiceto, è stato anche arrestato e tradotto in carcere a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare del Tribunale di Ferrara per un fatto di droga che lo aveva coinvolto unitamente a un connazionale. I due 34enni, invece, sono stati denunciati anche ai sensi dell’art. 14 del Decreto legislativo n. 286/1998: “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero”.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

  • Coronavirus Emilia-Romagna, calo contagi e casi attivi: guarito oltre il 73% dei contagiati

Torna su
BolognaToday è in caricamento