Dalpiaz è il nuovo Vicario del Questore di Bologna

Si è insediato ieri nella Questura di Bologna il Primo Dirigente della Polizia di Stato

Si è insediato ieri nella Questura di Bologna il nuovo Vicario del Questore, Primo Dirigente della Polizia di Stato Marco Dalpiaz.

 Dalpiaz è entrato in Polizia nel settembre del 1982 e, dopo aver frequentato il 4° corso accademico all’Istituto Superiore di Polizia, viene nominato Vice Commissario.

Nel 1993 arriva ad Arezzo dove rimane per 18 anni ricoprendo numerosi incarichi tra cui quello di Dirigente della Squadra Mobile. Nel marzo del 2003 ha collaborato attivamente alle indagini sulle Brigate Rosse a seguito dell’omicidio del Sovrintendente della Polizia Ferroviaria Emanuele Petri avvenuto il 2 marzo di quell’anno a Terontola nonché, in precedenza, alle indagini relative alle ricerche del latitante Licio Gelli. Ha partecipato, inoltre, alle indagini avviate in seguito all’uccisione del tifoso laziale Gabriele Sandri avvenuto l’11 novembre 2007.

Nel 2010 veniva trasferito a Firenze e nel 2011 veniva promosso a Primo Dirigente e assegnato a Prato dove ha diretto la Divisione della Polizia Amministrativa e Sociale e dell’Immigrazione fino al 2016, quando a novembre viene nominato Vicario del Questore di Rieti, incarico che ha ricoperto fino al 1 dicembre 2019 occupandosi di tutte le attività di polizia connesse al tragico sisma che ha colpito il Centro Italia nell’agosto del 2016.

Il Questore di Bologna Gianfranco Bernabei lo ha accolto e, a nome di tutti i poliziotti di Bologna, gli ha formulato i migliori auguri di buon lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Scomparso nella notte, ritrovato morto in un campo

  • Whoopi Goldberg a Bologna: da Hollywood alle osterie del centro

  • Lungo inseguimento in tangenziale e poi l'arresto: in auto la prova del furto

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rifiuti, stop indifferenziata porta a porta: da oggi si usa solo la Carta Smeraldo

Torna su
BolognaToday è in caricamento