Maltempo, riparte la conta dei danni. Regione agli agricoltori: "Segnalate"

Continuano monitoraggi e ricognizioni sul campo. A metà maggio già mille aziende agricole coinvolte, superati 15 milioni di euro di danni

Maltempo, Crespellano

La Regione riparte con la conta dei danni causati dall'ultima ondata di maltempo e raccomanda agli agricoltori e alle imprese agricole di continuare la segnalazione dei danni e la compilazione delle schede che serviranno per la richiesta al governo del riconoscimento dello stato di calamità. Nei prossimi giorni, si legge in una nota di viale Aldo Moro, continueranno i monitoraggi e le ricognizioni sul campo già avviati dai tecnici regionali.

Accanto ai danni ingenti per la viabilità della regione, per i cittadini e le imprese, è l’agricoltura a soffrire ancora pesantemente. In base alle prime stime - spiegano dalla Regione - dopo l’ondata di maltempo del 12-13-14 maggio erano già un migliaio le imprese agricole colpite, per un totale di più di 80 mila ettari produttivi compromessi e danni che hanno superato 15 milioni di euro per colture e strutture agricole. Le colture maggiormente colpite sono quelle di foraggio, cereali e frutta, in particolare le colture in maturazione come albicocche e ciliegie e da ultimo anche le produzioni apistiche.

Come sottolineano da viale Aldo Moro, la nuova ondata di maltempo che da martedì si è abbattuta sulla pianura emiliana tra Parma e Bologna (tre le allerte rosse emanate per criticità idraulica) e il pericolo di frane e smottamenti in collina, ha messo a dura prova un territorio già colpito pesantemente da temporali, nevicate, mareggiate che si sono susseguiti a ritmo incessante da inizio maggio.

La settimana scorsa il governatore Stefano Bonaccini ha firmato la dichiarazione di stato di crisi regionale, che consente alla Protezione civile regionale di svolgere gli interventi più urgenti e assistere le famiglie evacuate. Bonaccini ha chiesto al premier Giuseppe Conte anche di dichiarare lo stato di emergenza nazionale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento