Al voto il 26 gennaio: ipotesi elezioni regionali

Spetta al presidente della Regione decidere, lo annuncerà a settembre

26 gennaio 2020. È la data più probabile per il voto delle regionali in Emilia-Romagna. Bonaccini ha annunciato che deciderà a stetembre, la legge prevede che la data sia fissata dal presidente della Regione, con il presidente della corte d'appello, in una finestra che va dall'ultima domenica di ottobre all'ultima domenica di gennaio. Nel 2014 si votò il 23 novembre e il consiglio regionale s'insediò fra Natale e Capodanno, molto probabile che la data scelta sarà l'ultima utile: il 26 gennaio appunto.

Il presidente giustifica la scelta con la necessità di approvare il bilancio entro il 31 dicembre, per evitare l'esercizio provvisorio. Scelta che, come prevedibile, non piace alle opposizioni. In corsa al momento ci sono Stefano Bonaccini, presidente uscende del Pd, che cerca di allargare la coalizione e Lucia Borgonzoni, leghista e sottosegretaria alla Cultura.

La Regione precisa: "Nessuna data ipotizzata. Notizie d'agenzia di queste ore devono considerarsi esclusivamente opinioni giornalistiche. Il presidente della Regione ha più volte dichiarato che l’indicazione della tornata elettorale regionale, d’intesa con il presidente della Corte d’Appello, verrà comunicata non appena sarà definita, nel pieno rispetto delle norme che regolano la materia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

Torna su
BolognaToday è in caricamento