Trovato cadavere in Slovenia, potrebbe essere del 26enne scomparso

Il corpo rinvenuto nel fiume a est di Ljubliana. Solo l'autopsia però potrà chiarire se si tratta dello studente centese sparito tre mesi fa

Le autorità slovene stanno avviando accertamenti autoptici e Dna sul corpo che ieri pomeriggio è stato rinvenuto nel fiume Ljublianica, nei dintorni di Vevce, a pochi km a est di Ljubliana. A darne notizia è la stampa locale slovena. Il tremendo sospetto è che potrebbe trattarsi del cadavedere di Davide Maran, studente 26enne scomparso dalla capitale slovena all'alba dello scorso 25 marzo.

Originario di Cento, Maran al momento della scomparsa era in soggiorno di studio per perfezionare un master in Chimica. non è stato visto rientrare a casa dopo una serata passata in discoteca. Le ricerche dei mezzi di soccorso sloveni si sono da sempre concentrati sul fiume, con l'ipotesi che il giovane possa esservi caduto.

C'è bisogno però della conferma da parte del medico legale: già altre volte Maran era stato segnalato, anche fuori della Slovenia, segnalazioni poi rivelatesi infondate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

Torna su
BolognaToday è in caricamento