'Baccano' per fermare supermercato all'ex Cierrebi

Per fare risuonare per tutta la zona dell'ex Cierrebi il malcontento contro il supermercato Despar sulle spoglie del centro sportivo si esibiranno i "rumorosissimi" Maracatimba, con le loro percussioni afro-brasiliane

Promettono: "Il quartiere ci sentirà". E infatti per fare risuonare per tutta la zona dell'ex Cierrebi il malcontento contro il supermercato Despar sulle spoglie del centro sportivo si esibiranno i "rumorosissimi" Maracatimba, con le loro percussioni afro-brasiliane. Due giri del quartiere in corteo sabato prossimo, al pomeriggio, tra via Pasubio, via Piave, viale Ghandi e via Marzabotto, per ribadire un 'no' sancito gia' dalle 9.300 firme raccolte.

La manifestazione organizzata dal comitato Rigenerazione no speculazione dei Prati di Caprara, portera' attorno al perimetro dell'ex Cierrebi ("ci saremo anche in caso di maltempo") anche le discipline sportive rimaste escluse dal centro sportivo. Si comincia attorno alle 14 con la costruzione davanti al centro di una gigantesca "sentinella" anti-speculazione: la struttura, sorretta da canne di bambu', sara' alta cinque metri e potra' essere 'vestita' con vecchi materiali sportivi portati dai partecipanti. Poi sara' la volta del torneo di burraco "di strada", specialita' 'sfrattata' dal centro, con la 93enne signora Pina. La prima camminata per il quartiere (la seconda e' prevista attorno alle 18) precedera' verso le 16 le vere e proprie esibizioni sportive, dalla boxe all'acroyoga, ma anche il ballo country. Tutte attivita' che non hanno piu' posto all'ex Cierrebi. Per i piu', vin brule', caldarroste e una gara di torte casalinghe, con tanto di giuria popolare per scegliere il vincitore.

"Abbiamo deciso di 'metterci in gioco' perche' il centro sportivo Cierrebi non venga sacrificato in nome della speculazione. Ma la partita e' apertissima, vogliamo vedere i risultati", avvisa Giovanna Anceschi del comitato. Alla manifestazione ci sara' anche l'assessore comunale allo Sport Matteo Lepore, "un'adesione plateale che ci ha anche un po' sorpreso", chiosa Anceschi. "La cosa importante per noi e' portare a casa il risultato. Se il Comune ha cambiato idea lo deve dimostrare. Non basta venire a mangiare le caldarroste".

Durante la presentazione alla stampa della manifestazione Patrizia Romagnoli, che segue da vicino le vicende del centro sportivo, ribadisce che l'ex Cierrebi e' "ufficialmente chiuso, ma alcune attivita' sportive vengano ancora svolte, come il minibasket dei bambini o l'attivita' delle signore della Uisp. Non e' molto chiaro perche'". (Dire)


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Rivoluzione orari della 'movida', parte esperimento. Lepore: "Cercheremo di dettare una nuova tendenza"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Accoltellamento sul treno: due feriti, treni in ritardo

Torna su
BolognaToday è in caricamento