Dl Salvini, sindacato di polizia preoccupato: 'Spingerà molti ad azioni violente'

In una nota il Silp-Cgil osserva come la stretta sulle occupazioni potrebbe spingere a proteste di piazza violente

"L'applicazione del decreto sicurezza potrebbe far scaturire proteste di piazza molto violente, e complicherà il lavoro della Polizia anziché facilitarlo". A dirlo è Pierluigi Leri, segretario del Silp Cgil di Bologna: "Molti agenti si troveranno a fronteggiare situazioni di disagio e di emarginazione come problemi di ordine pubblico senza poter dare risposte in tema di sicurezza reale".

Per il sindacato di polizia bolognese, il decreto sicurezza è un provvedimento che lascia perplessi su diversi fronti: "Non tocca in maniera sostanziale il tema della lotta alla criminalità organizzata e, anzi, tra le varie norme, propone la vendita di alcuni beni confiscati con l'evidente rischio che gli stessi possano tornare alla medesima organizzazione cui erano stati sequestrati".

Poi c'è la parte che riguarda gli sgomberi degli stabili occupati abusivamente, "senza le necessarie preventive intese con gli enti locali". E' per questo che si teme che dall'applicazione di queste norme potrebbero "scaturire, oltre al disagio di famiglie con figli minori, azioni anche violente da parte di queste persone disperate".

Potrebbe interessarti

  • Casa: 6 modi per riutilizzare i fondi di caffè

  • Instagram senza più 'like': ecco cosa sta succedendo

  • Sentiero dei Bregoli: un itinerario spirituale

  • Eclissi lunare: conto alla rovescia, dove ammirare la luna rossa

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il Jackpot a Bologna

  • Incidente mortale bici-furgone: vittima un professore dell'Alma Mater

  • Incendio treno Frecciarossa: prende fuoco il pacco batterie, convogli evacuati

  • Malore sulla Torre degli Asinelli: traffico interrotto, soccorsi sul posto

  • Incendio in stazione, fiamme al binario 17: evacuati 200 passeggeri alta velocità

  • Incidente sul lavoro: operaio muore schiacciato a Crespellano

Torna su
BolognaToday è in caricamento