Smog e blocchi al traffico, dopo i diesel Euro4: 'Togliere anche quella domenica ecologica'

Ne è convinta Insieme Bologna, che chiede una ulteriore retromarcia al Comune: 'Penalizza gli acquisti natalizi'

Che il Comune di Bologna abbia abbandonato l'idea delle domeniche elettriche e sia sceso a otto domeniche ecologiche da novembre a marzo non basta. "Bisogna cancellare anche quella del 2 dicembre".

A sostenerlo è Manes Bernardini, leader della lista civica Insieme Bologna, che insieme ai due consiglieri comunali del suo gruppo, Giulio Venturi e Gian Marco De Biase, ha chiesto un incontro al sindaco Virginio Merola per discutere a quattr'occhi del tema. "Il 2 dicembre è la prima vera domenica di shopping natalizio- sottolinea Bernardini, in conferenza stampa- fermare le auto è penalizzante per il commercio della città, soprattutto rispetto ai grandi supermercati e centri commerciali che non subiscono invece contraccolpi. È imbarazzante questa disparità di trattamento".

Tornano le domeniche ecologiche, ecco il calendario e i comuni interessati

Il leader di Insieme Bologna è da un lato soddisfatto per il passo indietro sia della Regione sugli euro 4 sia del Comune sulle domeniche super-ecologiche. "Rispetto alla sparata iniziale- rimarca Bernardini- il provvedimento è stato giustamente rivisto". Ma ancora non basta. Oltre a cancellare la domenica ecologica del 2 dicembre, infatti, i civici chiedono che siano incentivate anche le corse degli autobus nei fine settimana di blocco del traffico. "Se si vuole davvero incentivare l'ecologia- sostiene Bernardini- va garantito lo stesso servizio dei giorni feriali, non a orario ridotto. Ci sono alcune zone di periferia che di domenica non hanno collegamenti". 

Blocco diesel Euro4, il giorno dopo: tra smog in risalita e richieste di dimissioni

Bernardini è in piazza del Nettuno oggi per raccogliere firme a sostegno della sua proposta di rendere gratuita la prima ora di sosta nei parcheggi degli ospedali cittadini. "Al Bellaria si fa già e anche in altre città della regione- sottolinea il leader di Insieme Bologna- basta volerlo. Anche la Uil appoggia la nostra proposta". La raccolta firme è stata avviata oggi in via ufficiale e in mattinata già alcuni cittadini si sono fermati al banchetto per sostenere l'idea. Tra loro anche Francesco Mafaro, già presidente dell'associazione panificatori di Bologna e oggi nella giunta di Ascom. I civici propongono di collegare la prenotazione Cup al parcheggio, aggiungendo sulla pratica sanitaria per visite o esami anche il codice a barre della sosta.

In questo modo, spiega Bernardini, potrebbe essere garantita facilmente la prima ora di parcheggio gratuito. Lo stesso sistema, sostiene Insieme Bologna, andrebbe adottato per chi entra al Pronto soccorso, allegando al referto anche l'orario di entrata e uscita per avere la sosta gratuita. "Non è giusto che chi va al Pronto soccorso e magari aspetta ore a causa dei disservizi, debba pure pagare il parcheggio", afferma Bernardini.
(San/ Dire)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    San Donato: piomba in casa della ex e la picchia per ore, arrestato

  • Cronaca

    Due incendi nella notte: ipotesi piromane in via Normandia

  • Cronaca

    Castello Serravalle, mucca incinta scivola in un calanco: salvata dai Vigili del Fuoco

  • Cronaca

    Veglia pasquale, Zuppi: 'Non spettatori, ma uomini di fiducia'

I più letti della settimana

  • Trovato morto il 20enne scomparso a Idice

  • Tragico incidente sulla via Emilia: morto a 26 anni Luca Trevisani

  • Rimane di notte chiuso in ascensore: salvato da Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Rapina alla Coop di Loiano: fanno irruzione e portano via l'incasso

  • Si masturba davanti ai bambini a scuola, maniaco seriale arrestato in flagranza

  • Anzola: fermano una prostituta e scoprono che è minorenne

Torna su
BolognaToday è in caricamento