Controlli anti-droga: due pusher nei guai, eroina nascosta tra i fili elettrici

Altri due spacciatori fermati dalla polizia. Grazie all'unità cinofila recuperati stupefacenti nascosti tra le piante dei parchi della Montagnola e della Zucca

Continuano senza sosta i controlli anti-droga della polizia che solo tre giorni fa ha fatto scattare le manette per quattro spacciatori nel giro di poche ore.

Ieri è stata la volta di un tunisino di 26 anni. Il giovane è solito accompagnarsi alla moglie, una bolognese di 21, entrambi volti noti alle forze dell'ordine per reati in materia di stupefacenti, La polizia lo ha fermato in via Gandusio mentre di soppiatto cercava di aprire la canalina elettrica del condominio, all'interno della quale gli agenti hanno rinvenuto oltre 7 grammi di eroina. 

Durante un controllo in Montagnola, un algerino 42enne è stato fermato sulla scalinata del Pincio dai poliziotti di quartiere: durante la perquisizione personale sono stati rinvenuti quasi 9 grammi di hashish.

Con l'ausilio dell'unità cinofila sono stati recuperati e sequestrati 27 grammi di marijuana e 10 di hashish nascosti tra le piante dei parchi della Montagnola e della Zucca. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Imola: scontro con il camion, morto un ciclista

  • Monte San Pietro: anziano morto durante il trasporto in pulmino, indagini in corso

Torna su
BolognaToday è in caricamento