Coltivazione e spaccio di droga, doppio arresto nel bolognese

Sequestrati tre etti di hashish e 12 piante, in due episodi distinti

Due arresti sono stati effettuati dai carabinieri della provincia di Bologna nell'abito del contrasto alla diffusione delle sostanze stupefacenti. Nel primo caso, avvenuto nel capoluogo, un 52enne, cittadino tunisino regolare ma disoccupato, è stato fermato mentre custodiva nel suo zaino due etti di hashish. Da qualche giorno l'uomo era attenzionato dal personale in borghese, mentre si aggirava tra via Farini e Piazza Minghetti. A casa del soggetto, dove vive con famiglia e figli, i militari hanno trovato un altro etto di stupefacente. Fissata nelle prossime ore l'udienza di convalida.

A Castel San Pietro Terme invece è stata scoperta una piantagione di marijuana, situata in un appezzamento in aperta campagna. Le indagini sono partite dalle segnalazioni di alcuni genitori, preoccupati per la diffusione di sostanze tra i giovanissimi della zona. Per questo è stato individuato e arrestato un uomo, residente nel comune, di 37 anni. Nell'abitazione del soggetto sono stati rinvenuti anche bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

Torna su
BolognaToday è in caricamento