Area Ex Ogr, ristrutturazione in vista: a Bologna la manutenzione dei treni storici

10mila metri quadri ospiteranno uffici, aree espositive e le officine per la riparazione di treni come il Pendolino. I lavori partono a settembre

Ristrutturazione in vista per l'area delle ex Officine grandi riparazioni di Bologna. Circa 10mila dei 65mila metri quadri dell'area, tra edifici, piazzali e capannoni, verrà adattato per ospitare la sede del Deposito Officina Rotabili Storici di Bologna. Nelle previsioni si pensa che darà lavoro a oltre 50 persone tra indotto e risorse interne. A comunicare la novità è la Fondazione Fs, che cura il progetto.

All'interno del comparto troverà dimora in via Casarini quindi l'officina di manutenzione dei treni tra gli anni '30 e '70, tra cui il Pendolino e l'Arlecchino, utilizzati ora dal segmento 'charter' della Fondazione. Dal prossimo 1 settembre inizieranno i lavori per il recupero di tutto il comparto che dureranno un paio di anni, secondo le stime. Gli interventi si concentreranno principalmente sull’adeguamento delle misure di sicurezza, la realizzazione di un muro perimetrale, dei portoni di accesso e l’installazione di un efficiente sistema di videosorveglianza. Inoltre, saranno effettuati lavori di revisione dell’armamento ferroviario e realizzata una nuova linea aerea di alimentazione per elettrificare anche il secondo binario interno al capannone. 

Infine, una parte degli edifici sarà destinata a spazio espositivo, uffici e locali tecnici. L’investimento complessivo per i lavori sarà di circa 1,5 milioni di euro.

"La nostra intenzione" dichiara il Direttore Generale della Fondazione FS Luigi Cantamessa "è di creare un luogo dedicato alla manutenzione ma anche uno spazio vivo e fruibile, dove sarà possibile allestire mostre ed organizzare eventi culturali di ampio respiro, utilizzando come quinta i meravigliosi elettrotreni del passato. Terminati i lavori inaugureremo il quarto hub manutentivo della Fondazione FS e restituiremo una area produttiva che tornerà ad essere viva nel cuore della città".

L'area si appresta quindi a rianimarsi, in attesa degli sviluppi di un altro progetto, quello dell'Associazione familiari vittime amianto - Afeva, che nei mesi scorsi aveva perorato la causa della realizzazione di un 'museo della memoria' sulle officine proprio nell'area che le ospitava.

officina treni storici mappa-2

Potrebbe interessarti

  • Casa: 6 modi per riutilizzare i fondi di caffè

  • Instagram senza più 'like': ecco cosa sta succedendo

  • Sentiero dei Bregoli: un itinerario spirituale

  • Eclissi lunare: conto alla rovescia, dove ammirare la luna rossa

I più letti della settimana

  • Incidente mortale bici-furgone: vittima un professore dell'Alma Mater

  • Incendio treno Frecciarossa: prende fuoco il pacco batterie, convogli evacuati

  • SuperEnalotto, sfiorato il Jackpot a Bologna

  • Incendio in stazione, fiamme al binario 17: evacuati 200 passeggeri alta velocità

  • Sciopero nazionale trasporti 24 e 26 luglio: stop bus, treni e aerei

  • Malore sulla Torre degli Asinelli: traffico interrotto, soccorsi sul posto

Torna su
BolognaToday è in caricamento