Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

Pioggia di polemiche sul manifesto della festa in programma sotto le Due Torri

"La Madonna derisa e umiliata dai collettivi universitari, intervenga il Rettore". A denunciare pubblicamente una festa organizzata a Bologna da alcuni collettivi universitari, dal titolo 'Immacolata contraccezione' sono Affermano Luca Toccalini, deputato e coordinatore federalea Lega Giovani e Nicolò Malossi, coordinatore provinciale Lega Giovani Bologna.

"Apprendiamo dalle pagine Facebook dei collettivi di sinistra dell’Università di Bologna dell’organizzazione di una festa chiamata 'Immacolata cotraccezione',  con la Madonna derisa in locandina - affermano a BolognaToday - Uno squallore blasfemo inaccettabile, corredato da insulti a Salvini ed altri esponenti della Lega. Chiediamo l’immediato intervento del Rettore, queste cose sono inaccettabili, perlopiù all’interno di una Università pubblica.
Cosa ne penseranno i loro amici delle sardine e Bonaccini?”.

Per i due esponenti del Carroccio infatti, si tratta di una 'festa blasfema', considerando anche che la locandina rappresenta la Madonna contornata da numerosi preservativi che cadono dal cielo. Il party è in programma domani sera,  nello spazio 'Lab Deriva' all'interno delle strutture universitarie di via Filippo Re.  A organizzarla collettivi Link e Mala educacion, l'associazione degli studenti Lgbt dell'Ateneo bolognese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

  • Incidente, scontro frontale a Castel Guelfo: 24enne grave al Maggiore

  • Lunga giornata di voto in Regione. Boom alle urne, oltre il 70% a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento