Fico, buona la prima: in migliaia all'esordio ma è rebus indicazioni: 'Scusi, dov'è l'uscita?'

Un rapido giro di opinioni restituisce soddisfazione e curiosità verso i primi veri visitatori del Parco agroalimentare di via Canali

Molto bello, molto grande, forse troppo. Rimane comunque positivo l'impatto sui primi visitatori che ieri hanno inaugurato l'entrata in funzione di Fico, il parco agroalimentare inaugurato proprio ieri in pompa magna dalle autorità, con la presenza del presidente del consiglio Paolo Gentiloni.

Da un giro di opionioni emerge soprattutto la meraviglia per la nuova struttura, che alcuni però definiscono un po' troppo dispersiva. Altri lasciano i loro commenti sui social, questionando più che atro sui prezzi, più alti della media ma sostanialmente in linea con uno dei nuovi locali del Quadrilatero a tema Food.

"Due patate ripiene e due tortini, un gelatino, e un bicchiere di vino a 19,50: invece dei turisti volano i soldi" commenta un utente a caldo in uno dei gruppi social cittadini. "Mi piace però questa cosa che si possono prendere le cose e poi pagare alle casse all'uscita, senza fare decine di scontrini separati" è il commento si Sebastiano, 37 anni, che assapora compiaciuto un pezzetto di formaggio offerto da un laboratorio artigianale.

Va da sè che però la massima parte delle persone ha accolto con favore la novità enogastronomica dell'anno. In migliaia hanno affollato gli stand e le esposizioni animate della Fabbrica Italiana Contadina, dai bambini agli anziani. Proprio questi ultimi però, dopo un lungo divagare e i primi entusiasmi, hanno dovuto segnare il passo, e cedere di fronte alla vastissima offerta di prodotti per cercare di guadagnare l'uscita. Uscita che in effetti è difficile trovare, anche se all'ingresso è fornita una esaustiva mappa del Parco.

Screenshot (156)-2

"Mi scusi ho un problema" esclama avvicinandosi un anziano sulla settantina, che poi si spiega: "Mi sono perso, mi sa dire dove è un'uscita?". Da dove si entra non si può uscire, e viceversa, un po' come nelle aree commerciali delle stazioni di servizio in autostrada. E a riprova del fatto che a perdersi non potrebbero essere solo gli anziani è la totale mancanza di cartelli indicatori. Complice anche un poco di frenesia per la novità anche chi sta scivendo non ha guadagnato facilmente un'uscita dal merga-parco, venendo nel frattempo avvicinato anche da un'altra signora, anziana, in cerca anche lei della strada per casa.

Fuori nel parcheggio lo smarrimento continua e a manifestarlo è una comitiva di ragazze in automobile, che sta valutando dove parcheggiare. "Scusi, ma dov'è l'ingresso? Ci hanno mandato da questa parte i parcheggiatori". Ancora una volta, guardandosi attorno, i soli cartelli indicatori sono quelli della sezione dei parcheggi, ma nulla che indichi il luogo dell'ingresso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipitato ad Argelato: morto in ospedale il giovane pilota

  • Precipita con l'aereo, morto a 23 anni: chi era la vittima

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Al Maggiore primo intervento al mondo di asportazione di colon e fegato eseguito con robot

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

Torna su
BolognaToday è in caricamento