Figurine, che passione: a Bologna tornano con raduno e cortometraggio

Il raduno per i collezionisti si terrà l'11 gennaio 2020 all'Estragon. 'Pizzaballa', il corto per raccontare il mondo degli stickers e del collezionismo, vedrà alla regia l'attore Orfeo Orlando e sarà finanziato con una raccolta fondi al via dal 19 ottobre

foto archivio

"Ce l'ho, ce l'ho, mi manca", ogni album di figurine inizia e, se possibile, si completa così. Nel mezzo ci sono nuove bustine, scambi, regali e ricerche 'disperate'. Il bolognese Gianni Bellini, maggiore collezionista al mondo con due milioni di sticker di calcio, "di cui 700.000 - ammette - ancora da attaccare", lo sa bene.

Così, dopo anni di attivita', ha deciso di lanciare insieme al suo amico Emiliano Nanni, l'associazione Figurine forever: l'obiettivo e' diffondere la cultura del collezionismo e raccogliere gli appassionati attraverso mostre, eventi e progetti sul tema. "Il raduno per i collezionisti si terrà l'11 gennaio 2020 all'Estragon club", annuncia Bellini durante la conferenza stampa al Bologna Comics e poi aggiunge "nel frattempo stiamo lavorando a molte cose".

Tra queste, spicca l'idea di realizzare un cortometraggio dal titolo 'Pizzaballa', per raccontare il mondo degli stickers e del collezionismo. Il film, che vedrà alla regia l'attore Orfeo Orlando, sarà finanziato con un crowfunding a partire dal 19 ottobre. Un altro progetto invece, destinato ai soli soci, è la creazione del primo sticker celebrativo, con una vera figurina all'interno, dedicata al grande attaccante del Bologna fc, Angelo Schiavo, campione del mondo del 1934. Il prodotto, realizzato in sole 500 copie come pezzo 'unico', è destinato a diventare un oggetto di culto tra i collezionisti.

Durante la presentazione dell'associazione Figurine Forever al Bologna comics, Gianni Bellini pesca dalla sua sterminata collezione una serie di figurine storiche dei calciatori del Bologna Fc, per intrattenere il pubblico. Sul palco, a commentarle con lui, ci sono Mika Aaltonen, ex giocatatore dei rossoblù e il tifoso Stefano Bellotti, per tutti 'Cisco' del gruppo Modena city ramblers.

Tra battute e ricordi si rievocano le storie e gli attimi che hanno consegnati i giocatori nella storia rossoblù. Sullo schermo scorrono immagini di grandi bandiere del club, come Roberto Baggio o Giacomo Bulgarelli, ma anche personaggi 'dimenticati', come Mauro Bellugi o la meteora brasiliana Eneas De Camargo.

"Baggio è stata l'essenza del calcio, ha regalato a tutti gli appassionati, momenti di poesia sportiva", racconta Aaltonen, che ci ha giocato insieme ai tempi della Juventus. "E' stato il più grande tra gli italiani", ribadisce Cisco che, poi scherza sulla meteora De Camargo: "Stava sempre male, mezzo influenzato, giocava con i calzini di lana, ma per noi era il 'brasiliano'". In conclusione Bellini fa le sue classifiche, "il miglior album è stato Messico '70" e racconta un po' di aneddoti della sua carriera da collezionista. "Avevo 10 anni, cercavo Bordone e non lo trovavo da nessuna parte cosi' lo chiesi a un amico- rievoca Bellini, ai tempi già con una collezione notevole - lui mi chiese 500 'figu' in cambio e io, a malincuore accettai. Me ne mancavano dieci così andai in edicola e comprai un pacchetto, e ci trovai Bordone". (Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Camion a fuoco lungo l'A1: due Vigili del Fuoco feriti dopo uno scoppio

  • Guidano un'auto rubata, fanno un incidente e scappano: hanno entrambi solo 14 anni

Torna su
BolognaToday è in caricamento