Fragilità demografica: Ozzano è il comune con l’indice più basso

Il paese dell'hinterland bolognese piazzato in ottime posizioni

L’ufficio statistica del Comune di Bologna e iil servizio studi e statistica della Città metropolitana hanno realizzato uno studio demografico, sociale ed economico, esteso anche ai 55 Comuni della provincia: un’analisi dati  che puntava a "misurare" la potenziale vulnerabilità dei  territori, utilizzando una serie dii indicatori. 

Le variabili utilizzate per individuare un'eventuale fragilità demografica riguardano la variazione percentuale della popolazione  nel periodo 31/12/2012-31/12/2017, il saldo naturale medio nel quinquennio 2013-2017 e la percentuale della popolazione residente con 80 anni e oltre al 31/12/2017.

"In tutte le variabili prese a riferimento,afferma il Sindaco Lelli, il Comune di Ozzano è piazzato in ottime posizioni. Se mediamente, nell'ambito della Città metropolitana, la popolazione è cresciuta di un 2,1%, ad Ozzano è cresciuta del 5,4%, il saldo nel quinquennio è meno 0,5 per mille (contro una media metropolitana del meno 3,5 per mille) e la popolazione residente di oltre 80 anni è pari al 6,3 per cento contro una media metropolitana dell'8,3. Questi dati fanno sì che, per Ozzano, l'indice di fragilità demografica risulta molto basso (ha un valore di 17) soprattutto se rapportato a quelli dei Comuni a noi limitrofi quali San Lazzaro di Savena (39), Castel San Pietro (44) Pianoro (44) e Castenaso (27). Questi dati- continua il sindaco-  sono dovuti sicuramente al fatto che, da alcuni anni a questa parte, stiamo registrando un incremento di giovani coppie che scelgono Ozzano per vivere e far crescere il nucleo familiare. La presenza di un alto numero di nuovi nati fa sì che riusciamo ancora a bilanciare bene la presenza di molti ultra ottantenni, cosa ad esempio che non riesce ai comuni montani come Monghidoro, Castel del Rio, Camugnano, Lizzano”. 

Per individuare un'eventuale fragilità sociale gli indicatori presi a riferimento sono stati, fra gli altri, la percentuale della popolazione ultra sessantacinquenne  che vive sola, il ricambio della popolazione italiana e straniera nel quinquennio 2013-2017 e le percentuali dei minori in famiglie mono-genitoriali. “Anche con questi indicatori - prosegue il sindaco - Ozzano si difende bene. Registriamo un alto ricambio di popolazione della popolazione italiana, oltre il 30% a fronte di una media metropolitana del 25,9%, ed un basso  ricambio della popolazione straniera, il 6,6% contro una media metropolitana dell'11,9%. La somma degli indicatori presi a riferimento ci danno un valore di 32 riferito al nostro Comune che si inserisce a pieno nella fascia di bassa fragilità sociale. Sempre per fare un raffronto con i Comuni a noi vicini, San Lazzaro registra un dato pari a 39, Castel San Pietro 40 e Pianoro 41”.

E ancora : “A Ozzano  la percentuale degli alloggi in affitto è pari al 13,5% . Il reddito procapite è medio alto (nella fascia dai 24 ai 25.500 euro) e la percentuale dei contribuenti con un reddito al di sotto dei 10.000 euro si colloca nella fascia piu' bassa (18%).  La somma degli indicatori presi in esame danno, per Ozzano, un indice di potenziale fragilità economica che si colloca sul gradino più basso della scala con un valore unico di 22 che e' ben al di sotto dei 46 di Castel San Pietro, dei 37 di Pianoro ed anche dei 28 di San Lazzaro, un Comune, quest'ultimo, che si è sempre collocato ai primi posti nelle classifiche del reddito procapite. Le conclusioni di questo studio vedono Ozzano sul gradino alto del podio con un valore unico di 24 che e' un ottimo risultato se rapportato sempre a quello dei Comuni a noi vicini”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento