San Lazzaro: in centinaia per l'ultimo saluto ad Andrea Aromi

Palloncini bianchi all'uscita dalla chiesa di Idice. L'intera comunità è in lutto

Un momento del funerale a Idice

Nessuno è mancato. Tutti hanno voluto salutare per l'ultima volta Andrea Aromi, il giovane di Idice che ha perso la vita a bordo di un'auto lungo l'A14. La chiesa della piccola frazione di San Lazzaro di Savena, ieri pomeriggio era gremita di persone: presenti gli amici, i compagni di scuola e tutti i professori, che in qualche modo hanno cercato di dare conforto alla famiglia di Andrea. 

Commosso il ricordo della fidanzata, e rincuoranti le parole di don Giancarlo Mezzini. All'uscita dalla chiesa qualcuno ha lanciato in aria dei palloncini bianchi, mentre nessuno riusciva a trattenere le lacrime per la prematura scomparsa di Andrea. Troppo difficile accettare che quel ragazzo, così solare e allegro, dolce e gentile, non ci sia più.

L'intera comunità della piccola frazione è in lutto, e in silenzio si è stretta intorno alla famiglia che tutti conoscevano. 

L'incidente

Lo schianto  lungo l'A14 è avvenuto all'alba dello scorso 16 agosto, nel tratto da Cesena Nord e Forlì, al km 82. Secondo la ricostruzione di ForlìToday,  l'auto è finita improvvisamente, e senza il coinvolgimento di altri mezzi, contro il new-jersey laterale destro munito anche di guard rail. La Polizia stradale, intervenuta sul posto per i rilievi, non ha individuato segni di  frenata, si propende quindi per il colpo di sonno da parte del conducente del veicolo, il 21enne. Il deceduto invece si trovava sul sedile posteriore, e presumibilmente stava dormendo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

Torna su
BolognaToday è in caricamento