Furti in abitazione ad Argelato, la Polizia li trova pieni di refurtiva

Un gruppo di tre giovani in manette. Nelle abitazioni trovati anche diversi altri oggetti probabilmente oggetto di furto

La Squadra Mobile della Questura di Bologna, nella notte tra martedi e mercoledi ha arrestato tre uomini di 21, 25 e 26 anni, cittadini albanesi, che avevano appena commesso un furto all’interno di un appartamento di Funo di Argelato.

Nel corso degli ultimi mesi, nell’ambito di una attività di monitoraggio, l’attenzione degli investigatori era caduta sui tre: K.R, L.D., e P.M., che secondo le informazioni acquisite erano dediti a furti in appartamento. 

In particolare nel pomeriggio di martedì 16 ottobre, gli uomini e le donne della Sezione Contrasto ai Reati contro il Patrimonio della Squadra Mobile hanno iniziato un servizio di osservazione nei confronti dei giovani, i quali sono stati fermati a bordo di una Bmw. Poco lontano dal luogo del controllo era stato commesso un furto all’interno di un’abitazione: i ladri erano entrati all’interno dell’appartamento posto al primo piano di una palazzina attraverso una finestra ed avevano rubato una piccola somma di denaro e delle borse. 

Gli stessi oggetti sono poi stati ritrovati dentro l'auto dei malviventi. Del gruppo sono state perquisite anche le abitazioni, dentro le quali sono stati poi rinvenuti e sequestrati numerosi beni di valore (anelli, borsette, collane) ritenuti provento di precedenti furti in abitazione. Gli investigatori stanno ora cercando di verificare se i ladri si sono resi responsabili di altri furti.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Imola: scontro con il camion, morto un ciclista

  • Monte San Pietro: anziano morto durante il trasporto in pulmino, indagini in corso

Torna su
BolognaToday è in caricamento