Svaligia appartamenti dei vicini con una confezione di pangrattato

Tanto bastava al ladro per scassinare le porte dei suoi stessi condomini, in via Gagliardi di Molinella. L'ennesimo blitz va storto, fermato da uno 'scomodo' dirimpettaio

Cartoncino usato per i furti

Conosceva bene, o almeno così pensava, i suoi vicini di casa e le loro abitudini. Approfittando della loro assenza ha dato avvio ad una serie di furti, passando da un appartamento all'altro, finchè non è incappato in un dirimpettaio 'scomodo', ovvero un carabiniere, che libero dal servizio ha sorpreso il ladro in flagrante traendolo in arresto. E' accaduto questa mattina in una palazzina di via Gagliardi di Molinella. A finire nei guai è stato un operaio di 63 anni, di origini campane ma residente a Bologna, appunto nello stabile saccheggiato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'operaio dopo aver messo a segno un furto nell'appartamento al 2° piano, abitato da una 31enne romena, si è diretto al piano inferiore nel tentativo di portare a segno l'ennesimo colpo, quì è stato intercettato dal suo vicino in divisa, da poco rientrato dal turno lavorativo. Il militare insospettito dagli strani rumori provenienti dal pianerottolo ha guardato attraverso lo spioncino facendo l’inaspettata scoperta: dall’altra parte c’era un suo vicino di casa, che armeggiava intorno alla porta dell’appartamento di fronte.
Con tutto comodo l'uomo provava a scassinare la porta con delle lastre di plastica (VIDEO), opportunamente ricavate da un barattolo di una confezione di pangrattato.
A quel punto il Carabiniere ha deciso di intervenire, cogliendo il vicino sbigottito con le mani nel sacco e impedendogli di portare a termine il suo progetto criminoso. Dopo un primo momento di incertezza, il carabinere ha continuato ad osservare in silenzio quindi è intervenuto, cogliendo il vicino sbigottito con le mani nel sacco.

Nessuna scusa è bastata a scagionarlo, nel suo appartamento sono stati infatti ritrovati alcuni oggetti, proventi di furti appena portati a segno ai danni di altri condomini. Per il 63enne sono quindi scattate le manette e verrà processato con rito direttissimo dalla locale Autorità Giudiziaria con l’accusa di furto e tentato furto continuato.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

Torna su
BolognaToday è in caricamento